Nurse24.it

Accertamento infermieristico

La raccolta dati del paziente

di Giacomo Sebastiano Canova

    Precedente

Esistono diverse metodologie cui l’infermiere può affidarsi per raccogliere i dati inerenti il paziente che assiste. Prima di delinearle nel dettaglio, è importante porre in evidenza che non esiste una metodologia migliore o peggiore, bensì appropriata: a seconda del problema o del bisogno da indagare l’infermiere adotterà la strategia di raccolta da lui ritenuta più idonea.

L'infermiere e la raccolta dati del paziente

infermiera raccoglie i dati del paziente

L’estrapolazione di dati utili ai fini di una corretta assistenza infermieristica può richiedere anche molteplici strategie di raccolta.

I dati che si raccolgono con l’accertamento devono essere inoltre descrittivi, concisi e completi, in quanto una raccolta dati inadeguata può portare ad una errata identificazione dei problemi e dei bisogni del paziente e, di conseguenza, a interventi inappropriati e inefficaci.

Tali dati possono essere di due tipi: soggettivi ed oggettivi.

I dati soggettivi sono rappresentati dalle percezioni del paziente ed includono i suoi pensieri, le sue convinzioni, i suoi sentimenti e la percezione che ha di sé e della propria condizione di salute.

Al contrario, i dati oggettivi derivano da osservazioni o rilevazioni effettuate da altre persone al di fuori del paziente (infermieri, operatori, caregiver, ecc.).

Questi dati possono essere raccolti attraverso l’utilizzo dei cinque sensi oppure possono essere misurati attraverso strumenti o test di laboratorio. È importante sottolineare come la fonte primaria dei dati sia il paziente. Le fonti secondarie sono rappresentate invece dai famigliari e da altre persone significative, da altri operatori sanitari e dalla documentazione o dalla cartella clinica.

La raccolta dati può avvenire attraverso cinque metodologie operative: l’osservazione, il colloquio/intervista, l’esame fisico, l’analisi della documentazione clinica e della storia del paziente e l’intuizione.

Ritorna al sommario del dossier Accertamento infermieristico

Corsi ecm fad, residenziali per sanitari

Commento (0)