Nurse24.it

Legge

Privacy in sanità ai tempi del coronavirus

di Muzio Stornelli

Le attività di diagnosi e cura in questa fase stanno logicamente concentrando le loro attenzioni nei riguardi della pandemia COVID-19. Tutti gli schemi stanno saltando, ogni attività viene assorbita e fagocitata dalla necessità quotidiana di far fronte all’evoluzione della malattia e contemporaneamente arginare la sua ulteriore diffusione. Il tutto anche attraverso un questionario da somministrare a tutti gli utenti che afferiscono nelle strutture sanitarie, oramai gravide esclusivamente di pazienti positivi al virus.

Emergenza coronavirus: la privacy va comunque garantita quando possibile

Nonostante l'emergenza COVID-19 la privacy va comunque garantita, quando possibile

Nei giorni scorsi e prima ancora del Decreto-legge n. 14 del 9 marzo, era doveroso ed obbligatorio filtrare ogni utente o visitatore che si recasse nei vari Pronto soccorso e nelle strutture sanitarie in genere.

Tale opera di filtraggio è stata eseguita utilizzando un questionario con all’interno una serie di domande “personali” e soprattutto predisponendo un database con i dati sensibili delle suddette persone.

Verosimilmente alcune di tali procedure sono state eseguite forzando la normativa riguardante la privacy e la relativa gestione dei dati.

Si rende però necessario, prima di andare avanti, ricordare velocemente quali sono le definizioni che il GDPR 679/2016 al riguardo riporta:

  • Dato personale: qualsiasi informazione riguardante una persona fisica identificata o identificabile; si considera identificabile la persona fisica che può essere identificata, direttamente o indirettamente, con particolare riferimento a un identificativo come il nome, un numero di identificazione, dati relativi all’ubicazione, un identificativo online o a uno o più elementi caratteristici della sua identità fisica, fisiologica, genetica, psichica, economica, culturale o sociale
  • Dati relativi alla salute: i dati personali attinenti alla salute fisica o mentale di una persona fisica, compresa la prestazione dei servizi di assistenza sanitaria, che rivelano informazioni relative al suo stato di salute
NurseReporter
Corsi ecm fad, residenziali per sanitari

Commento (0)