Nurse24.it

Attualità Infermieri

Pronto soccorso, marito e moglie aggrediscono l'infermiera

di Redazione

Dieci giorni di prognosi per una contusione allo sterno e a una spalla e per un ematoma facciale. È la diagnosi dell’ennesima aggressione a un’infermiera del triage. Stavolta siamo ad Ascoli Piceno, nelle Marche.

Ascoli Piceno, infermiera presa a pugni e calci

ospedale mazzoni ascoli piceno

L'ospedale Mazzoni di Ascoli Piceno

I fatti risalgono a domenica pomeriggio, quando al pronto soccorso dell’ospedale Mazzoni si presenta una coppia straniera. La donna dice di avere delle palpitazioni al cuore. Palpitazioni pregresse precisa il primario.

Ma l’attesa è lunga, ci sono molte persone in pronto soccorso. E la coppia perde presto la pazienza. Prima il marito e poi anche la moglie insultano l’infermiera triagista e poi passano dalle parole alle mani. Volano calci e pugni. Alla fine all’infermiera viene assegnato un codice giallo. Mentre alla donna con le palpitazioni era stato assegnato un codice verde. Visto che il medico aveva rilevato l’assenza del cardiopalma.

Corsi ecm fad, residenziali per sanitari

Commento (0)