Nurse24.it

sindacati

Manifestazione #Futuroèpubblico per occupazione e risorse

di Silvia Ancona

Assunzioni e contratti, investimenti a rafforzamento del welfare in termini di qualità dei servizi, recupero della dignità professionale, superamento definitivo di logiche punitive, di tagli alle libertà sindacali e di spazi contrattuali. Queste le richieste portate in piazza dalle funzioni pubbliche.

#Futuroèpubblico, 8 giugno la manifestazione Cgil, Cisl, Uil

Sabato 8 giugno, Federazioni e Confederazioni sindacali sono scesi in piazza del Popolo a Roma per rivendicare il rinnovo dei contratti, un piano di assunzione straordinario e maggiori risorse per il welfare

Sono state le stesse categorie ad annunciare la manifestazione #Futuroèpubblico, dopo un incontro tenutosi il 2 aprile, tra i segretari generali delle confederazioni Maurizio Landini, Annamaria Furlan e Carmelo Barbagallo (Cgil, Cisl e Uil) e i segretari generali delle federazioni Serena Sorrentino, Maurizio Petriccioli, Michelangelo Librandi e Nicola Turco (Fp Cgil, Cisl Fp, Uil Fpl e Uilpa).

Si sono affrontati diversi argomenti e condivise alcune importanti tappe del percorso di mobilitazione - spiegano le categorie - per arrivare a raggiungere obiettivi che diano risposte ai punti essenziali della Piattaforma delle categorie su occupazione, contratti e investimenti a rafforzamento del welfare in termini di qualità dei servizi.

Tematiche “amiche di tutti e di nessuno”, già state focus di pregresse manifestazioni per svariato tempo e che solo adesso iniziano a muovere i primi passi verso quelli che si prospettano essere futuri cambiamenti.

Tra le richieste mosse nei confronti delle Confederazioni sindacali, anche il rafforzare, nel rapporto con il Governo, l’esigenza di aprire subito un confronto sull’atto di indirizzo per il nuovo Ccnl (Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro), di adeguare in modo significativo le risorse che oggi sono a disposizione nella legge di Bilancio e di sbloccare definitivamente il tetto ai fondi per il salario accessorio così da liberare la leva della produttività. All’appello mancano ancora i Ccnl della dirigenza e alcuni contratti dei servizi pubblici che operano in regime accreditato a partire da Sanità Privata e Rsa.

Senza pubblico non c’è equità, senza lavoro non c’è futuro, #futuroèpubblico

Il 15 aprile presso l’Auditorium di Via Rieti a Roma, i segretari generali delle Confederazioni parteciparono all’attivo unitario dei delegati della sanità privata a sostegno della vertenza su di un contratto che non viene rinnovato da ben 12 anni e che vede, ad oggi, l’interruzione delle relazioni sindacali per indisponibilità delle parti datoriali a discutere di parte economica.

Infermiera
Corsi ecm fad, residenziali per sanitari

Commento (0)