Nurse24.it
scopri i vantaggi della convenzione

Congresso Infermieri

Igiene mani, in Sardegna nasce Rete regionale osservatori

di Ivan Loddo

Sulle orme dell’Emilia Romagna, la Regione Sardegna presenta un progetto ambizioso che coinvolge 25 infermieri sardi: promozione e monitoraggio delle best practice sul tema igiene mani. Se ne è discusso sabato 14 ottobre a Selargius, in provincia di Cagliari.

Lotta infezioni, Sardegna: Nasce Rete regionale osservatori igiene mani

In Sardegna infermieri in prima linea nella lotta alle infezioni ospedaliere e all'antibiotico resistenza

L'igiene delle mani è stata individuata dall'Organizzazione Mondiale alla Sanità come colonna portante fra le pratiche di prevenzione per il controllo delle batteriemie, circostanze cliniche che causano ogni anno la morte di 37 mila pazienti nell'Unione Europea e una spesa sanitaria di oltre 1 miliardo di euro.

Sabato 14 ottobre, nella Sede ATS Sardegna di Selargius, si è svolto l'evento formativo regionale sull'importanza dell'igiene delle mani in ottica preventiva, volto alla costruzione di una rete regionale di professionisti sanitari deputati al controllo delle infezioni correlate all'assistenza, promosso dall'Assessorato dell'Igiene e Sanità e dell'Assistenza Sociale della Regione Sardegna.

Il convegno, che ha avuto come docente la Prof.ssa Grazia Antonella Tura, Responsabile Infermieristico Settore Rischio Infettivo Ausl Rimini, ha posto le basi per un progetto sanitario ambizioso che ha come obiettivo primario la lotta alle infezioni ospedaliere e all'antibiotico resistenza, in accordo con le iniziative OMS “Global Patient Safety Challenge” e “Clean Care is Safety Care”.

La delegazione di infermieri coinvolta nel progetto regionale che partirà nei prossimi giorni, provenienti dalle strutture pubbliche e private di tutta la Sardegna, ha potuto così ricevere le competenze e l'autorità necessarie per promuovere e monitorare la best practice sul tema igiene delle mani e sviluppare un sistema di controllo decisamente innovativo per la regione, ponendo finalmente la professione infermieristica al centro delle sue strategie in chiave sanitaria.

Nel corso dell'evento sono intervenuti personaggi di spicco della politica sarda quali il dott. Federico Argiolas, medico igienista direttore del Servizio Qualità dei Servizi Sanitari e Governo Clinico e la dott.ssa Maria Paola Pilloni, coordinatrice infermieristica e Risk Manager, per l'Assessorato dell'Igiene e Sanità e dell'assistenza sociale.

Gli infermieri sardi non possono che augurarsi che questo progetto sia l'inizio di una serie di iniziative regionali che coinvolgano la professione infermieristica e ne riconoscano il vero potenziale.

NurseReporter

Commento (0)