Eventi

#noisiamoprontiDay3 a Napoli per le competenze specialistiche

di Redazione

Infermieri e riconoscimento delle competenze specialistiche avanzate, ci siamo quasi. Lo ha dichiarato Saverio Proia, consulente Aran, in occasione del #noisiamoprontiDay 3, organizzato dal Collegio Ipasvi di Napoli.

Infermieri e competenze specialistiche: A Napoli il #noisiamoprontiDay 3

Erano circa mille gli infermieri e gli studenti infermieri presenti all'Auditorium Europa per manifestare di essere pronti al riconoscimento dell’evoluzione professionale non più rinviabile, pronti a sostenere il cambiamento di un sistema sempre più dinamico e complesso.

Dopo Frosinone, è stata Napoli la cornice per il #noisiamoprontiDay, giunto alla sua terza edizione con l'evento del 23 giugno 2017.

Ce la faremo - ha dichiarato Saverio Proia, consulente Agenzia rappresentanza negoziale amministrazioni pubbliche (Aran) - le competenze specialistiche avanzate sono al centro delle direttive che il comitato di settore ha dato all’Aran per rinnovare il contratto

È una delle novità, se non la novità più innovativa nel rinnovo contrattuale. Le stiamo configurando come un incarico di alta professionalità da attribuire con criteri che andranno stabiliti contrattualmente. Ma di fatto "l'infermiere esperto è di ieri", quindi si contrattualizzeranno anche le esperienze già in essere in modo uniforme a livello nazionale.

Un obiettivo, il riconoscimento formale e giuridico delle competenze specialistiche avanzate degli infermieri che stiamo perseguendo da molto tempo - afferma la senatrice Annalisa Silvestro - e una giornata come quella di oggi vuole essere un segnale forte per tutti, per dire che la volontà degli infermieri è di andare in quella direzione.

Parlare di competenze avanzate degli infermieri non significa portare via qualcosa a qualcuno. Al contrario, gli infermieri danno un valore aggiunto al sistema. Un’assistenza di qualità, puntuale e mirata per i cittadini, sottolinea Silvestro.

È una lettura che mi dispiace fare, ma sembra che si voglia tarpare le ali a questa professione, tenendola ferma lì dove in realtà, dal punto di vista di operatività quotidiana, non è già più da tempo. Spero che la strana idea che le competenze specialistiche degli infermieri possa nuocere a qualcuno venga superata dai dati di fatto

La giornata, iniziata con l'apertura affidata al presidente del Collegio Ipasvi di Napoli, Ciro Carbone, oltre al confronto sul tema competenze avanzate e rinnovo contrattuale, ha visto gli interventi di realtà specialistiche che hanno portato, tra le altre, alcune testimonianze di infermieri specialisti in stomaterapia, in wound care e infermieri case manager.

A testimonianza dell’orgoglio professionale nel cercare la strada verso il giusto riconoscimento, anche gli interventi di un visibilmente emozionato Pietro Giurdanella, presidente Ipasvi di Bologna e Antonio Torella, infermiere di sala operatoria, portavoci del movimento infermieristico di cultura, pensiero e azione #noisiamopronti.

Commento (0)