Nurse24.it

protesta

Niguarda, sala operatoria. Infermieri al posto dei tecnici

di Leila Ben Salah

Infermieri che in sala operatoria utilizzano apparecchiature di competenza radiologica. Succede al Niguarda e la Fials chiede l’intervento dell’ispettorato del lavoro.

Fials: Non siamo tuttofare

Infermieri in sala operatoria

Il problema è che gli infermieri delle sale operatorie del Niguarda di Milano utilizzano l’amplificatore di brillanza, apparecchio impiegato per aumentare la luminosità e la precisione di un’immagine radioscopica. Una prassi a nostro avviso scorretta – tuona Vincenzo De Martino della segreteria provinciale Fials Milano - in quanto l’infermiere non può occuparsi della gestione sotto la propria responsabilità di utilizzare apparecchiature di competenza radiologica.

La Fials ha anche scritto all’ordine dei tecnici di radiologia chiedendo spiegazioni. E l’ordine dei Tsrm aveva chiarito che l’amplificatore di brillanza è di competenza dei tecnici di radiologia, addirittura l’ordine diffidava tutte le aziende che permettevano agli infermieri di utilizzare questa apparecchiatura.

Quindi, ora il sindacato chiede che questa pratica sia sospesa. Gli infermieri non possono essere utilizzati come tuttofare – dice De Martino - ogni figura professionale ha il proprio ambito di azione, ma soprattutto le carenze organiche non devono essere ammortizzate sulle spalle degli infermieri. Altrimenti la conseguenza è di far incorrere il personale in rischi che non competono al proprio profilo professionale. Di qui la decisione di rivolgersi all’ispettorato del lavoro.

Giornalista
Corsi ecm fad, residenziali per sanitari

Commento (0)