Nurse24.it
Scopri i dettagli del corso su hecm.it

Infermiera

Trieste, Sarah Bradassi è l'infermiere dell'anno

di Redazione

A prevalere, quest'anno, è stata Sarah Bradassi, operativa presso il Csm della Maddalena. Risultata vincitrice dopo un testa a testa con tre colleghe approdate insieme a lei alla fase finale.

Infermiere dell’anno: è Sarah Bradassi

premio sossi 2017 sarah bradassi

Sarah Bradassi con il premio Infermiere dell'anno

Nel corso della annuale serata di solidarietà promossa dal collegio Ipasvi di Trieste, si è tenuta la cerimonia di premiazione del Premio Sossi “L’infermiere dell’anno”, giunto alla quarta edizione. Contestualmente è partito il bando per l’assegnazione di un progetto proposto da una associazione fortemente radicata sul territorio. A prevalere, quest'anno, è stata Sarah Bradassi, operativa presso il Csm della Maddalena, dopo alcune esperienze alla clinica medica e nel distretto 4 a San Giovanni.

È risultata vincitrice dopo un testa a testa con tre colleghe approdate insieme a lei alla fase finale: Maria Beatrice Anselmi, Barbara Mazzocchini e Paola Sclauzero. Il presidente di Ipasvi Trieste Flavio Paoletti ha presentato le quattro finaliste e le motivazioni legate all’assegnazione del Premio, che alle preferenze ricevute attraverso il voto dei cittadini incrocia la professionalità e la capacità di relazione umana dei finalisti: doti fondamentali per chi porta avanti ogni giorno la professione infermieristica in prima linea, dalle sale operatorie alle corsie dell’ospedale, alle residenze dedicata a cittadini anziani. 

Nel mio lavoro ogni giorno capita di confrontarsi con le crisi importanti dei pazienti – ha spiegato la vincitrice – fare l’infermiere in questo contesto, significa reinventarsi ogni giorno con umiltà, ma sempre con entusiasmo, per offrire un sostegno concreto, nel segno di un’alleanza terapeutica che portiamo avanti con gli assistiti.

Solidarietà vuol dire anche condivisione e convivialità - ha sottolineato il presidente Paoletti –. Per questo nel tempo Ipasvi ha avviato a Trieste un momento in cui gli iscritti incontrano i cittadini e le realtà del territorio, in osservanza dei valori della professione dell’infermiere. Il nuovo bando per progetti legati a obiettivi di promozione sociale è aperto fino al 20 ottobre alle associazioni del territorio che vorranno proporsi.

Le prime tre edizioni del Premio Sossi “L’infermiere dell’anno”, promosso in ricordo della collega Valentina Sossi scomparsa prematuramente nel 2013 erano andate a Giulia Gerebizza, in forze alla ASS1 Distretto 3 di Trieste nel 2014, a Lucia Sambo, coordinatore infermieristico presso il reparto di oncologia dell’Ospedale Maggiore di Trieste nel 2015 e a Rosa Mingrone, impegnata nella residenza polifunzionale per anziani Villa Verde Aurisina – Santa Croce, nel 2016.

Corsi ecm fad, residenziali per sanitari

Commento (0)