Nurse24.it
Scopri i webinar gratuiti su Salute.LIVE

testimonianze

Grazie alle infermiere per questo viaggio nella buona sanità

di Leila Ben Salah

Un viaggio nella buona sanità. È quello che ha fatto un gruppo di cittadini utenti dell’azienda Usl Toscana Sud Est, che ha partecipato a un gruppo di trattamento e gestione dell’ansia. Tutti così soddisfatti da scrivere una lettera all’azienda ringraziandola e soprattutto ringraziando le infermiere che li hanno seguiti.

Una lettera per dire grazie alle infermiere specializzate

lettera

I partecipanti al gruppo sull'ansia hanno scritto una lettera per ringraziare le infermiere

Enrica Elisei e Alessandra Pecorari – scrivono gli utenti -, le infermiere specializzate che hanno guidato il nostro gruppo con grande professionalità, partecipazione umana, capacità di risolvere le situazioni di impasse emotiva e gli inevitabili momenti di crisi incontrati da ognuno di noi durante un percorso comunque molto impegnativo. Un percorso il cui successo è fondamentalmente basato sulla disponibilità a mettersi in discussione e aprirsi al cambiamento.

Prima di iniziare l’esperienza presso il centro per l’ansia – continua la lettera – e prima di conoscere le nostre guide e angeli custodi, Enrica e Alessandra, l’unica arma che avevamo in nostro possesso erano le terapie farmacologiche. Che senz’altro hanno rappresentato un aiuto nei momenti peggiori, ma che, come noto, possono generare una pericolosa dipendenza, con ripercussioni non solo sulla nostra salute psichica e fisica futura, ma anche sui costi del servizio sanitario nazionale.

Giornalista
Corsi ecm fad, residenziali per sanitari

Commento (0)