Nurse24.it

Emergenza-Urgenza

Lombardia, sospeso l'algoritmo B della sedazione

di Redazione

L'Azienda regionale emergenza urgenza della Lombardia (Areu) sospende l'algoritmo B della sedazione negli adulti e nei bambini. È notizia dell'ultima ora e non sarà presa bene. Facile immaginare che si parlerà presto di ennesima sottrazione al personale infermieristico del 118.

Stop all'algoritmo B della sedazione

Le auto infermieristiche non potranno somministrare in autonomia i farmaci previsti da protocollo, ma sarà necessario attendere le indicazioni della centrale di riferimento, che probabilmente attiverà l'auto medica. A seguito dell'incontro avuto dai vertici Areu il 14 febbraio scorso, a partire da oggi è sospeso l'algoritmo B fino a data da destinatarsi. Il motivo della sospensione non è ancora chiaro.

La notizia è destinata a suscitare polemiche tra gli infermieri dell'emergenza-urgenza. Infatti, è facile immaginare che in molti la leggeranno come un'ennesima sottrazione dell'autonomia dell'infermiere, costretto ancora una volta a chiedere invece di agire. E questo proprio nel momento in cui invece l'azione è quella che fa la differenza.

Per il direttore sanitario Carlo Picco, invece, le cose non stanno affatto così. Anzi - dice - i nostri modelli prevedono l'uso intensivo di sistemi infermieristici sul territorio. E allora perché sospendere l'algoritmo B della sedazione? Semplicemente perché - spiega il direttore sanitario - gli algoritmi sono rivisti periodicamente per  tener conto delle linee guida e dei report degli utlizzi. E in questo caso abbiamo riscontrato che l'algoritmo della sedazione non era utilizzato in Lombardia. È stato tolto dall’edizione 2017 degli algoritmi, ovvio che se dovessero cambiare le condizioni potrà sempre essere ripreso.

Corsi ecm fad, residenziali per sanitari

Commento (0)