Nurse24.it

Emergenza-Urgenza

Quindici feriti, sirene ed elisoccorso. Ma è una simulazione

di Redazione

Oltre cento tra infermieri e operatori sanitari impegnati in una simulazione di soccorso per una maxi-emergenza. Succede ad Avezzano, dove verrà messa in atto un’esercitazione all’interno dell’Interporto e con l’occasione sarà commemorato il medico Walter Bucci, morto nell’incidente dell’elicottero del 118.

In cento per la maxi esercitazione dell’emergenza-urgenza

emergenza simulazione

Ad Avezzano verrà organizzata una simulazione per una maxi-emergenza

Si tratta di una simulazione di soccorso inspirata a una maxi-emergenza, in occasione di un corso regionale riservato agli operatori dell’emergenza-urgenza di Avezzano. L’appuntamento è per venerdì 10 febbraio e se i cittadini sentiranno volare elicotteri e suonare sirene nessun allarme. Si tratta solo dell’esercitazione all’Interoporto.

Durante il corso di addestramento tecnico-pratico verrà commemorato Walter Bucci, medico morto nell’incidente dell’elicottero del 118, dove persero la vita anche l’infermiere Giuseppe Serpetti, il tecnico di bordo Maria Matrella, il tecnico del soccorso alpino Davide De Carolis, il pilota Gianmarco Zavoli ed Ettore Palanca, che si era ferito sulle piste da sci.

L’esercitazione - dichiara Rinaldo Tordera, manager dell’Asl 1 che organizza l’evento - è una delle tappe di cui si compone l’intera organizzazione di mezzi, uomini e protocolli da avviare in caso di necessità. In modo da pianificare ogni circostanza, senza lasciare nulla all’improvvisazione.

I partecipanti al corso

Sono in tutto 65 i partecipanti al corso provenienti dalle emergenze-urgenze delle varie province abruzzesi. Destinatari dell’addestramento infermieri e medici. La simulazione consisterà nel trasporto di 15 feriti dal luogo dell’incidente a un ospedale da campo allestito poco lontano. Il medico Bucci era stato inserito tra i relatori nella giornata di formazione.

Corsi ecm fad, residenziali per sanitari

Commento (0)