Nurse24.it

VIDEO

Infermiera protettrice del cuore, la storia di Aurydiby

di Silvia Ancona

Questa è una storia un po' particolare, non la solita storia. Perché a raccontarla non è un'infermiera, ma un'attrice teatrale che, anni fa, è stata ricoverata d'urgenza a causa di una malattia rara e dall'eziologia sconosciuta. In un video diventato virale, Aurora Di Benedetto — in arte Aurydiby — ha raccontato una storia di umanità nei panni di un'infermiera, che lei definisce "protettrice del cuore", non per rappresentare un mestiere che non le appartiene, ma per dare voce ad una figura professionale che non somministra solo la terapia, ma che cura tante volte un'anima a pezzi.

Infermieri nella loro umanità capace di curare e accarezzare il cuore

Si chiama Aurora Di Benedetto, ha 34 anni, è nata a Pescara e fin da piccola ha sempre avuto una grande passione per il teatro e per la recitazione. La sua è una storia di coraggio che è iniziata quando aveva 22 anni e non è ancora finita.

I suoi 22 anni non sono stati piena di spensieratezza, libertà e divertimento, come quelli degli altri. Ha scoperto, infatti, di soffrire di una malattia rara del sangue che neanche i medici sapevano gestire. La porpora trombocitopenica idiopatica, caratterizzata da una piastrinopenia dovuta a distruzione periferica delle piastrine per opera di anticorpi.

Mi sono trovata con un codice rosso in ospedale a 22 anni, con una malattia rara di cui non si sa nemmeno il motivo per il quale venga, non mi rendevo conto della situazione com'è giusto che sia a 22 anni.

Da responsabile di un pub a paziente in ospedale: tutto questo in un battito di ciglia. Sono situazioni difficili da accettare inizialmente, ma a volte possono diventare trampolini di lancio, occasioni che ti indicano la strada. E così è stato per Aurora che, dopo la malattia durata 4 anni, ha capito quello che voleva fare: recitare. Così si è iscritta all'Accademia teatrale di Roma per diventare quello che aveva sempre sognato.

Finiti gli studi ha cominciato a lavorare nell'ambito della ristorazione, ma il pensiero del teatro era sempre martellante. Aveva creato anche una compagnia teatrale ma il grosso carico lavorativo non le faceva dedicare il giusto tempo a questa passione. Poi la scintilla, guardando lo schermo nero del telefono: "E se fosse questo il mio teatro?"

E se fosse questo il mio teatro?

Così Aurora — in arte Auryiby — ha iniziato a girare video che raccontassero pezzi di vita quotidiana, partendo dal luogo della ristorazione, quello in cui lavorava, fino ad arrivare ad altri ambiti. Ha parlato del ruolo della donna finché non ha scelto di prendere in mano alcuni mestieri che oggi, come dice lei, "vengono visti come di serie B".

Da qui il desiderio di parlare della figura dell'infermiere, un lavoro che lei definisce "di cuore" e che non tutti possono fare. Ha creato così un video ironico e divertente diventato virale, in cui ha parlato di una storia di umanità, di uno sguardo e di un'attenzione che vanno oltre le medicine, le punture o le flebo. Di una relazione, di un ascolto e di un'empatia in grado di curare e che lei, in primis, ha avuto modo di vivere.

Non volevo parlare di cosa fate perché ci sta già Grey's Anatomy e tutti i programmi sui medici che parlano di questo. Io volevo parlare di come voi non riuscite solo a somministrare, ma anche ad accarezzare il cuore

Quando ero in ospedale, all'una di notte, un'infermiera si è avvicinata a me, mi ha invitato a stare insieme a lei e i colleghi, così ho passato la serata a parlare, ridere e scherzare con loro.

Infermiera
Corsi ecm fad, residenziali per sanitari

Commenti (1)

PINUCCIO1971

Avatar de l'utilisateur

2 commenti

fantastica

#1

grazie Aurora...è proprio così...ho la pelle d'oca!!!