Nurse24.it
scrivi una email per avere maggiori informazioni

Attualità Infermieri

Friuli: diagnosi agli infermieri, Snami insorge

di Massimo Canorro

Nel mirino c’è la delibera della giunta regionale relativa alle competenze. Un documento, quello allegato a “L’infermiere di famiglia o comunità: il modello assistenziale in Friuli Venezia-Giulia. Policy regionale” all’interno del quale la Regione, in palese contrasto con le normative vigenti, permette agli infermieri di svolgere attività di diagnosi e cura, tuona il presidente dello Snami Friuli Venezia-Giulia, Stefano Vignando. Che quindi arriva a parlare di scandalo.

Attività di diagnosi e cura agli infermieri, insorgono i medici in FVG

È sul passaggio "identificare e valutare lo stato di salute" che si interroga Vignando: Cosa significa valutare lo stato di salute se non fare una diagnosi?

Una settimana fa attraverso una nota il presidente dell’Aran, Antonio Naddeo, aveva replicato alla polemica sollevata da Anaao-Cimo Fesmed (attività mediche solo ai medici, per sintetizzare), i due sindacati medici che si sono rivolti alla Corte dei Conti contro i nuovi incarichi per il personale sanitario previsti dal Ccnl comparto sanità: Si diano pace le due sigle sindacali: appena sarà certificato il contratto da parte della Corte dei conti, l’Aran e i sindacati firmeranno il contratto collettivo tanto atteso dalle migliaia di lavoratrici e lavoratori del comparto della sanità.

Oggi la polemica si sposta in Friuli Venezia-Giulia, dove Sindacato nazionale autonomo dei medici italiani parla di salti sulla sedia dopo aver appreso alcuni passaggi di un allegato incentrato sul modello delle competenze dell’infermiere di famiglia/comunità, in calce al documento che ha ricevuto il placet dalla giunta regionale con la delibera n. 1484 del 14 ottobre 2022. A seguito dell’illustrazione del documento agli Ordini e delle Università, la giunta ha avviato il procedimento che condurrà, entro il 2025, a rendere attivi 400 infermieri di famiglia/comunità.

Tutto a posto e niente in ordine, verrebbe da dire prendendo in prestito il titolo dell’omonimo film. Già, perché alcune frasi del documento non sono affatto piaciute – per usare un eufemismo – al presidente dello Snami Friuli Venezia-Giulia, Stefano Vignando. Con particolare riferimento alla macro-competenza gestire i percorsi assistenziali della persona-famiglia-comunità, fra le peculiarità di tale figura viene indicata altresì identificare e valutare lo stato di salute e i bisogni sanitari di individui e famiglie nel contesto delle loro culture e comunità.

Ed è proprio sul passaggio identificare e valutare lo stato di salute. Poiché, si interroga Vignando, cosa significa valutare lo stato di salute se non fare una diagnosi? E ancora, scendendo poco più sotto nella lettura, di nuovo tra le competenze specifiche sviscerate nell’allegato 1, si annota effettuare prescrizioni e trattamenti terapeutici. Puntualizza ancora Vignando: Solamente i laureati in medicina possono fare diagnosi e prescrivere terapie. E la polemica è aperta.

Perché lo stesso presidente dello Snami Friuli Venezia-Giulia afferma: Ho fatto un salto sulla sedia nel momento in cui ho letto quei passaggi, perché assegnano agli infermieri compiti che sono di esclusiva pertinenza dei laureati in medicina, in palese contrasto le rigidissime norme vigenti. Da qui la richiesta alla regione governata Massimiliano Fedriga di stare più attenta quando si occupa di cose così rilevanti. Ci meraviglia che sia stato lo Snami a individuare e sollevare la questione, che è di pertinenza ordinistica. Decideremo come procedere.

Giornalista

Commenti (2)

Francesco D'Amico

Avatar de l'utilisateur

2 commenti

Il sistema italiano è anacronistico

#2

Bisogna adeguarsi ai tempie e alla realtà estera, nel Regno Unito, l’infermiere ha la possibilità di prescrivere un numero ristretto e ben definito di farmaci, nel contesto di un piano clinico paziente specifico dopo diagnosi medica. Altra esperienza di rilievo è quella della Spagna, in cui non si parla mai di prescrizione ma di dispensazione di medicinali. L’ordine di dispensazione è il termine utilizzato al posto della ricetta medica.

Francescaud1978

Avatar de l'utilisateur

4 commenti

All estero gli infermieri già prescrivono.

#1

https://www.fnopi.it/aree-tematiche/prescrizione-infermieristica/