Nurse24.it
entra a far parte della community di priofessionistidellasalute.it >

Emergenza-Urgenza

Infermiera e dottoressa pestate in Pronto soccorso

di Redazione

Calci e pugni, pestate una infermiera e una dottoressa al Pronto soccorso dell’ospedale Maggiore di Bologna.

Ancora un’aggressione in Pronto soccorso

L'ospedale Maggiore di Bologna

L'ospedale Maggiore di Bologna

Sembra un copione che si ripete in tutta Italia, da Palermo a Bologna. E a farne le spese sono sempre gli operatori dell’Emergenza-urgenza, troppo spesso vittime dei pazienti. Stavolta la lite è scoppiata prima della mezzanotte. Una paziente oncologica si è presentata in reparto alle 21.45 e le è stato assegnato un codice giallo. Dopo neanche dieci minuti la donna è stata visitata e i medici hanno predisposto il ricovero per ulteriori accertamenti. Invece la donna voleva avere immediatamente un trattamento terapeutico per la sua malattia, che però gli operatori si sono rifiutati di praticare subito. Da lì è scoppiata la lite.

La paziente ha spinto e fatto cadere l’infermiera, poi l’ha presa a calci e le ha portato le mani al collo. La dottoressa è intervenuta per sedare gli animi e per difendere l’infermiera, ma anche lei ha subito lo stesso trattamento. Alla fine sono dovuti intervenire due uomini che erano seduti in sala d’aspetto per separare le donne.

Rafforzata la sicurezza

Intanto l’ospedale è corso ai ripari raddoppiando la presenza delle guardie giurate al pronto soccorso del Maggiore. Una guardia giurata in più sarà dedicata, infatti, dalle 21 alle 6 del giorno successivo, esclusivamente alla vigilanza all’interno dell’Emergenza-urgenza, dove sempre più spesso accadono fatti del genere. Il rafforzamento, ciò scattato ieri sera, sarà progressivamente esteso nei prossimi giorni per entrare a regime definitivamente a partire dal 1° febbraio. Aumentata anche la copertura oraria della guardia già attiva presso l’ospedale Maggiore, che passerà da 22 ore all’intera giornata. Nel dettaglio, il Pronto soccorso del Maggiore sarà vigilato da una guardia giurata notturna dedicata, in servizio sette giorni su sette dalle 21 alle 6, che si aggiunge ai turni di vigilanza della guardia già attiva presso l’ospedale, con una copertura che da domani sarà garantita 24 ore su 24, sette giorni su sette.

entra a far parte della community di priofessionistidellasalute.it >

Commento (0)