Nurse24.it

Attualità Infermieri

Valentino ricoverato e per noi infermieri botte senza difesa

di Sara Di Santo

Essere aggredite al lavoro da una paziente in evidente stato di abuso etilico, chiamare la polizia e sentirsi dire che non ci sono più volanti disponibili: tutte impiegate per Valentino Rossi. È quello che è accaduto a due infermiere del Pronto soccorso di Rimini.

Tutta la polizia per Valentino e noi a prendere botte in Ps

Il Pronto soccorso dell'Ospedale Infermi di Rimini

Un’altra aggressione nei confronti di infermieri. Questa volta è successo al Pronto soccorso dell’Ospedale Infermi di Rimini, dove nella notte appena trascorsa due infermiere sono state prese a schiaffi e pugni da una donna ubriaca.

Tutte le forze dell’ordine erano impegnate per la sicurezza di Valentino Rossi ricoverato in Rianimazione – racconta una delle vittime dell’aggressione – mentre nessuno faceva nulla per aiutare noi, che abbiamo preso pugni e schiaffi cercando di gestire una paziente in evidente stato di abuso etilico.

Circa 25 persone in attesa da gestire e la donna era veramente molto alterata dall’alcol – continua l’infermiera di triage – rischiava di cadere dalla barella. Cercavo di evitare che si facesse del male, ma lei ha cominciato a darmi schiaffi prima sul braccio e poi sul viso.

La mia collega non ha fatto in tempo a muovere i primi passi per andare a chiamare il medico – racconta - che la donna l’ha inseguita di corsa e le ha sferrato un pugno in addome.

Alzata la cornetta per chiamare la polizia, la beffa: non c’erano macchine disponibili, tutti i rinforzi erano impiegati per il controllo della sicurezza di Rossi.

Per Valentino Rossi si sono mossi tutti, dalla polizia ai primari dei vari reparti, mentre per noi che venivamo picchiate non arrivava nessuno

È stato un parente in attesa ad andare in cerca della guardia notturna - impiegata nel consueto giro di controllo per tutto l’ospedale - il primo ad aiutarci spiega l’infermiera. Dopo circa trenta minuti sono arrivati due poliziotti della stradale e la donna ha cercato di picchiare anche loro.

Episodi di aggressione agli infermieri sono purtroppo una routine, come racconta la collega, che ha denunciato l’accaduto come da procedura.

È stato avvilente sentirsi abbandonate – dice – capisco l’impatto che può avere un personaggio come Rossi, ma noi infermieri non possiamo essere sempre l’ultima ruota del carro. Dobbiamo poter lavorare in sicurezza, le cose devono assolutamente cambiare.

Corsi ecm fad, residenziali per sanitari

Commenti (1)

antobelpa68

Avatar de l'utilisateur

1 commenti

Infermiere malmenate in ps....

#1

Ma Valentino Rossi, che dice? Ha capito che la sua notorieta ha messo in pericolo due infermieri? Almeno se fatto sentire?