Nurse24.it

Ordine Infermieri

Emilia-Romagna, partono i lavori con la Regione

di Redazione

Si è svolto ieri l’incontro tra i presidenti degli Ordini provinciali delle Professioni infermieristiche dell’Emilia-Romagna e l’Assessorato regionale alle Politiche per la salute rappresentato dall’assessore Sergio Venturi. Presente all'incontro Kyriakoula Petropulacos, responsabile della Direzione generale Cura della persona, salute e welfare.

Parte il tavolo permanente tra Opi e Regione Emilia-Romagna

Coordinamento Opi Regione Emilia-Romagna

L’Emilia-Romagna è stata tra i primi ad aver già convocato il tavolo regionale previsto dal Protocollo nazionale sottoscritto tra la Federazione nazionale degli Ordini degli infermieri (FNOPI) e la Conferenza delle Regioni e delle Province autonome.

L’obiettivo è rispondere alle nuove sfide che riguardano la Sanità, in cui si manifesta la stessa esigenza di tutelare il diritto alla salute nel sistema pubblico.

Diversi gli argomenti discussi, tra i quali, così come descritto nel Protocollo Nazionale:

  • sviluppo di nuovi modelli organizzativo-assistenziali sia per gli ospedali che per il territorio, con particolare attenzione allo sviluppo della figura dell'infermiere di famiglia/comunità
  • standard del personale infermieristico per adeguarli alla complessità clinica e assistenziale
  • sviluppo professionale e di carriera, sia sull'asse clinico che manageriale
  • definizione del fabbisogno formativo degli infermieri e infermieri pediatrici uniformando gli standard formativi su base regionale
  • avvio di percorsi per lo sviluppo del corpo docente universitario.

Particolare attenzione è stata posta al tema delle aggressioni al personale sanitario e sulla necessità di intervenire sul piano della sicurezza e sul piano comunicativo, formativo e gestionale, nonché sull'opportunità di definire sinergie e collaborazioni tra le diverse professioni che operano nel sistema sanitario.

Un momento di confronto molto utile, che abbiamo voluto convocare in tempi rapidi per ragionare insieme sulle necessità e le aspettative delle professioni infermieristiche, non solo alla luce di quanto prevede l’accordo nazionale, ma anche delle specificità del nostro territorio.

Se la sanità dell’Emilia-Romagna è riconosciuta a tutti i livelli come una sanità d’eccellenza, il merito prima di tutto è dei tanti professionisti che svolgono con competenza, impegno e umanità un lavoro di straordinaria importanza.

Proprio per questo abbiamo avviato un piano di rafforzamento del personale che, per l’intero comparto sanitario, ha portato ad oltre 9.000 assunzioni soltanto nell’ultimo triennio. Un percorso che proseguirà anche nei prossimi anni.

Corsi ecm fad, residenziali per sanitari

Commento (0)