Nurse24.it

Il Video

Bologna, incidente con un Tir. Esplosione sul raccordo

di Redazione

    Successivo

A guardare il video vengono i brividi. Uno scenario apocalittico. L'incidente, che ha coinvolto un camion che trasportava auto e un tir cisterna, che trasportava materiale altamente infiammabile, è successo tra le uscite 2 e 3 della tangenziale di Bologna, all'altezza di Borgo Panigale.

Almeno 60 feriti, un'infermiera: Sembra una guerra

Un’esplosione violentissima, fiamme dappertutto, a fuoco il ponte della tangenziale, che è stata chiusa al traffico. Auto del vicino concessionario che esplodono una dietro l’altra. A Bologna Borgo Panigale è l’apocalisse.

È accaduto alle 13,40 tra le uscite 2 e 3 della tangenziale. Una maxiemergenza che ha messo in allerta tutti i soccorritori. Dal luogo dell’incidente si è alzata una colonna di fumo altissima. Traffico bloccato in entrambe le direzioni. Chiusa anche l’autostrada A14 nel raccordo tra Bologna e Casalecchio di Reno. Sul posto polizia, vigili del fuoco e ambulanze. Le immagini del video fanno rabbrividire.

Bologna, un morto e feriti ustionati

Alla fine ci saranno un morto, Andrea Anzolin, che guidava l'autocisterna e 145 di feriti. Si tratta di feriti che hanno riportato ustioni anche molto gravi, così come ferite da taglio per i pezzi del ponte e dei mezzi coinvolti nell'esplosione che sono volati come razzi. Al pronto soccorso del Maggiore è stata allestita l'area rossa, dove sono arrivati di continuo feriti e familiari delle persone coinvolte. Tra questi anche molti uomini delle forze dell'ordine, rimasti ustionati nel momento in cui sono arrivati sul posto dell'incidente. I casi più lievi sono stati subito trasportati negli ospedali della provincia, perché i principali erano già saturi. Un'infermiera del Maggiore ha descritto così la scena: "Sembra una guerra".

All'ospedale Maggiore di Bologna, ecco come è stata gestita l'emergenza

E al Maggiore di Bologna stamattina è arrivato il premier Giuseppe Conte che ha fatto visita ai feriti, così come al Bufalini di Cesena ha incontrato il poliziotto eroe che ha salvato decine di persone. La situazione ora è sotto controllo - ha detto il premier - ma dobbiamo capire quello che è successo per prevenire tragedie del genere, sicuramente bisogna vigilare sul rispetto degli standard di sicurezza.

E per il ripristino del tratto di autostrada crollato in seguito all'esplosione serviranno fra i tre e i cinque mesi. A spiegarlo, al termine di una riunione oggi in Prefettura sono sia il sindaco Virginio Merola sia il sottosegretario ai Trasporti, Michele Dell'Orco.

Ritorna al sommario del dossier Rianimazione

Corsi ecm fad, residenziali per sanitari

Commento (0)