Nurse24.it

pronto soccorso

Manifesto fake sul Ps, Regione Toscana: Ci tuteleremo

di Redazione

Emergenza Urgenza

    Successivo

"Aiutaci a migliorare il pronto soccorso. Non ci venire senza motivo. Non sostituirti a medici e infermieri. Non rompere le p... inutilmente". Ma il volantino che da giorni circola sul web e sui social network è un falso.

Pronto soccorso, è un fake il manifesto che invita a "non rompere"

A sinistra il volantino ufficiale; a destra la versione fake

Da qualche giorno sta circolando in rete e sui social l'immagine di un manifesto, con tanto di loghi della Regione Toscana e del Servizio Sanitario Regionale, che con toni decisamente poco ortodossi invita i cittadini a non rivolgersi al Pronto soccorso se non per motivi validi e a non "importunare" inutilmente medici e infermieri.

La foto del volantino in poco tempo è rimbalzata sui social, tra chi ne aveva colto l'artifizio e chi, invece, l'aveva preso sul serio e si era indignato.

Non è tardato l'intervento della Regione Toscana, che ha preso subito le distanze dalla locandina, facendo sapere che non intende lasciar passare in sordina la cosa.

Una bravata, insomma, con la quale qualcuno si è divertito a modificare il testo del reale volantino che la Toscana ha prodotto nell'ambito di un'indagine regionale sul Pronto soccorso e con il quale invita i cittadini a compilare un questionario volto a raccogliere le opinioni dell'utenza, utili a migliorare l'assistenza.

Questo manifesto è chiaramente falso e danneggia l'immagine della Regione, del Servizio Sanitario Toscano e di tutto il personale che con professionalità e dedizione lavora nei pronto soccorso di tutti i nostri ospedali.

Stiamo facendo le opportune verifiche e valutazioni. Se necessario, daremo mandato all'avvocatura di mettere in atto tutte le azioni a tutela della nostra immagine.

Ritorna al sommario del dossier Emergenza Urgenza

Commento (0)