Nurse24.it
entra a far parte della community di priofessionistidellasalute.it >

Emergenza-Urgenza

RCP paziente pediatrico, principali modifiche nell’algoritmo

di Giacomo Sebastiano Canova

Ogni anno negli Stati Uniti più di 20.000 neonati e bambini subiscono un arresto cardiaco. Nonostante gli aumenti della sopravvivenza e tassi relativamente buoni per quanto riguarda i risultati neurologici dopo un arresto cardiaco pediatrico intra-ospedaliero, i tassi di sopravvivenza in quello extra-ospedaliero rimangono bassi, in particolare nei neonati. Le raccomandazioni per il supporto vitale di base pediatrico e la RCP nei neonati, bambini e adolescenti sono state combinate nelle Linee guida 2020 con le raccomandazioni per il supporto vitale avanzato pediatrico in un unico documento. Le cause dell’arresto cardiaco nei neonati e nei bambini differiscono dall’arresto cardiaco negli adulti e un numero crescente di evidenze pediatriche specifiche supporta queste raccomandazioni.

Aggiornamento linee guida AHA per RCP paziente pediatrico

I problemi chiave, i principali cambiamenti e i miglioramenti nelle Linee guida 2020 per quanto riguarda il paziente pediatrico includono quanto segue:

  • Sono stati rivisti gli algoritmi e ausili visivi per incorporare le migliori evidenze e migliorare la chiarezza per i fornitori di rianimazione PBLS e PALS
  • Sulla base dei nuovi dati disponibili sulle rianimazioni pediatriche, la frequenza di ventilazione assistita raccomandata è stata aumentata a 1 respiro ogni 2-3 secondi (20-30 respiri al minuto) per tutti gli scenari di rianimazione pediatrica
  • Si consigliano tubi endotracheali cuffiati per ridurre le perdite d’aria e la necessità di sostituire il tubo per i pazienti di qualsiasi età che necessitano di intubazione
  • L’uso di routine della pressione della cricoide durante l’intubazione non è più raccomandato
  • Per massimizzare la possibilità di buoni risultati della rianimazione, l’adrenalina deve essere somministrata il prima possibile e idealmente entro 5 minuti dall’inizio dell’arresto cardiaco da un ritmo non defibrillabile (asistolia e attività elettrica senza polso)
  • Per i pazienti con linee arteriose, l’utilizzo del feedback derivante dalla misurazione continua della pressione arteriosa può migliorare la qualità della RCP
  • Dopo il ROSC, i pazienti dovrebbero essere valutati per le crisi e lo stato epilettico ed eventuali crisi convulsive devono essere trattati
  • Poiché il recupero dall’arresto cardiaco continua molto tempo dopo il ricovero iniziale, i pazienti devono ricevere una valutazione formale e supporto per i loro bisogni fisici, cognitivi e psicosociali
  • Un approccio titolato alla gestione dei liquidi, con infusioni di adrenalina o norepinefrina se sono necessari vasopressori, è appropriato nella rianimazione da shock settico
  • Sulla base dell’estrapolazione dai dati degli adulti, la rianimazione con somministrazione equilibrata di emocomponenti è ragionevole per neonati e bambini con shock emorragico
  • La gestione del sovradosaggio da oppioidi include la RCP e la somministrazione tempestiva di naloxone da parte di soccorritori addestrati
  • I bambini con miocardite acuta che presentano aritmie, blocco cardiaco, alterazioni del tratto ST o bassa gittata cardiaca sono ad alto rischio di arresto cardiaco. Il trasferimento precoce a un’unità di terapia intensiva è importante e alcuni pazienti possono richiedere supporto circolatorio meccanico o supporto vitale extracorporeo (ECLS)
  • Neonati e bambini con cardiopatia congenita e fisiologia del ventricolo singolo che sono nel processo di ricostruzione in fasi richiedono considerazioni speciali nella gestione del PALS
  • La gestione dell’ipertensione polmonare può includere l’uso di ossido nitrico inalato, prostaciclina, analgesia, sedazione, blocco neuromuscolare, induzione di alcalosi o terapia di salvataggio con ECLS

Algoritmi e ausili visivi

Il gruppo di scrittura ha aggiornato tutti gli algoritmi per riflettere le evidenze più recenti e ha apportato diversi importanti cambiamenti per migliorare l’allenamento visivo e gli aiuti alla prestazione:

- È stata creata una nuova catena di sopravvivenza pediatrica per l’arresto cardiaco intra-ospedaliero di neonati, bambini e adolescenti e un sesto anello, “recupero”, è stato aggiunto alla catena di sopravvivenza dell’arresto cardiaco extra-ospedaliero pediatrico

- L’algoritmo di arresto cardiaco pediatrico e l’algoritmo di trattamento della bradicardia pediatrica con polso sono stati aggiornati per riflettere le ultime evidenze scientifiche

- L’algoritmo di trattamento della tachicardia pediatrica con polso ora copre sia le tachicardie a complesso stretto che quelle a complesso largo

- Sono stati aggiunti due nuovi algoritmi di emergenza associati agli oppioidi per soccorritori laici e soccorritori addestrati

- Viene fornita una nuova checklist per l’assistenza pediatrica nel post-arresto cardiaco

entra a far parte della community di priofessionistidellasalute.it >

Commento (0)