Nurse24.it

Assistente Sanitario

Fingeva di vaccinare i bimbi, rinviata a giudizio

di Redazione

È stata licenziata e rinviata a giudizio l’assistente sanitaria accusata di aver finto di vaccinare i bambini nel distretto sanitario di Codroipo (Udine) e poi Triesta. Davanti al giudice dell'udienza preliminare dovrà di rispondere peculato, falso ideologico ed omissione d'atti d'ufficio.

Finti vaccini ai bambini, licenziata l’assistente sanitaria

L’Usl 2 di Treviso ha licenziato l’assistente sanitaria che aveva finto di vaccinare i bambini. In base all'art.2119 del Codice Civile, l'abbiamo licenziata per giusta causa in quanto non ha adempiuto agli obblighi contrattuali ha spiegò il il direttore generale dell'Uls 2 Francesco Benazzi.

L’assistente sanitaria fingeva di vaccinare i piccoli, registrava sulla documentazione la procedura e poi gettava le fiale del farmaco. A destare i primi sospetti erano stati alcuni colleghi della donna, che avevano notato come i bambini non piangessero mai durante le iniezioni. 

I periti del tribunale hanno analizzato un totale di 284 campioni. Solo il 15,5% dei soggetti vaccinati d'Assistente a Codroipo è risultato positivo agli anticorpi per il morbillo (20 positivi su 129), appena il 10% dei bambini vaccinati a Treviso.

Il 2 novembre si terrà l'udienza preliminare - come riportato da Il Messaggero Veneto - davanti al giudice Daniele Faleschini Barnaba. L'accusa è di aver simulato quasi 21 mila vaccinazioni su oltre 7.500 bambini e adulti, tra il novembre 2009 e il giugno 2016. 

L'Assistente Sanitario dovrà rispondere di peculato, per aver gettato nel contenitore dei rifiuti speciali i farmaci non iniettati, di omissione in atti d’ufficio, in quanto incaricata di pubblico servizio, per non aver somministrato i farmaci nei giorni in cui prestava servizio nell’ambulatorio.

Infine, c'è l'accusa di falso ideologico: per far risultare le vaccinazioni simulate, la donna avrebbe falsamente aggiornato il sistema informatico delle aziende sanitarie e i libretti di vaccinazioni degli utenti.

Commento (0)