Nurse24.it

Attualità Infermieri

Piombino, chiuse le indagini. Infermiera accusata di 10 omicidi

di Leila Ben Salah

Chiuse le indagini sulla vicenda delle morti anomale avvenute all’ospedale di Piombino. L’infermiera Fausta Bonino è ritenuta responsabile di 10 omicidi.

Morti sospette dopo la somministrazione di eparina

fausta bonino piombino

Fausta Bonino (foto La Repubblica)

Secondo la Procura di Livorno l’infermiera avrebbe pianificato la morte di pazienti in precarie condizioni nel reparto di rianimazione dell’ospedale di Piombino. Come? Molto probabilmente con eparina o comunque con un farmaco anticoagulante.

All’inizio i sospetti si erano concentrati su 14 decessi, ma quattro casi sono stati archiviati. Per gli altri dieci, invece, emergerebbe un nesso tra l’iniezione di eparina, la presenza di Fausta Bonino in turno e le morti dei pazienti, avvenute poche ore dopo la somministrazione.

Indagato anche il primario del reparto Michele Canalis, accusato di omicidio colposo per la morte degli ultimi tre pazienti. Secondo il pm non avrebbe vigilato sul comportamento del personale. E gli ultimi tre casi potevano essere evitati.

Le morti dei pazienti sono avvenute tutte tra il 2014 e il 2015. L'infermiera si è sempre dichiarata innocente. Tanto che lo stesso avvocato aveva dichiarato: In giro c'è ancora il killer.

Giornalista
Corsi ecm fad, residenziali per sanitari

Commento (0)