Nurse24.it
Iscriviti al corso LIS Pediatrico a Firenze

farmaci

Calcio antagonisti

di Chiara Vannini

I calcio antagonisti sono una classe di antipertensivi che bloccano i canali del calcio presenti sulla parete dei vasi arteriosi e del miocardio, riducendo la pressione arteriosa.

Come agiscono i calcio antagonisti

I canali del calcio che vengono bloccati dai calcio antagonisti sono quelli coinvolti nella contrazione del miocardio e della vasocostrizione delle arterie; inibendo questi canali, si blocca la contrazione della muscolatura liscia dei vasi e si ha una conseguente diminuzione della pressione e del lavoro cardiaco.

I calcio antagonisti hanno quindi effetto vasodilatativo e la vasodilatazione ha effetto ipotensivo.

Categorie di calcio antagonisti

I calcio antagonisti vengono suddivisi in tre categorie in base alla loro struttura chimica.

Diidropiridine Fenilalchilamine Benzotiazepine
Sono principalmente indicate per il trattamento dell'ipertensione arteriosa Sono particolarmente indicate per il trattamento dell'angina pectoris e delle aritmie cardiache Sono indicate per il trattamento dell'angina pectoris e delle aritmie cardiache
Le molecole più note ed utilizzate sono:
- nicardipina (Perdipina®)
- amlodipina (Norvasc®)
- nifedipina (Adalat®, Adalat Crono®)
Comprendono le molecole:
- verapamil (Isoptin®)
- gallopamil (Algocor®)
Comprendono:
- diltiazem (Dilzene®, Tildiem®, Altiazem®)

I farmaci sono disponibili in compresse e in fiale per la somministrazione endovenosa. I calcio antagonisti hanno un'emivita che va da 1 ora a 64 ore.

NurseReporter
Articoli correlati

Commento (0)