Nurse24.it

Patologia

Quinta malattia, come riconoscerla e cosa fare

di Soraya Carnemolla

La quinta malattia è un’infezione benigna dell’infanzia causata dal Parvovirus B 19, definita anche eritema infettivo o megaloeritema in quanto è caratterizzata da un esantema che parte dal viso e che conferisce un aspetto di "guance schiaffeggiate"; in seguito si diffonde a tutto il corpo.

Cos’è la quinta malattia e come si trasmette

Si chiama quinta malattia in quanto è considerata la quinta malattia che si presenta in età infantile, dopo il morbillo, scarlattina, rosolia e Quarta malattia o morbo di Dukes.

Altamente contagiosa, la quinta malattia colpisce i bambini in ambiente scolastico solitamente verso la fine del periodo invernale ed in primavera. L'infezione da Parvovirus conferisce un'immunità duratura.

La quinta malattia si trasmette da persona a persona per via aerea con i fluidi provenienti da naso e bocca (goccioline che provengono da tosse e starnuti) e per contatto con sangue infetto.

Sintomi della quinta malattia

Manifestazione quinta malattia: "guance schiaffeggiate"

Il periodo di incubazione va da 4 a 21 giorni ed inizia con disturbi, quali:

  • febbre lieve
  • mal di gola
  • malessere
  • cefalea e dolori muscolari, talvolta possono essere presenti dolori articolari o una vera artrite.

L’esantema al volto è di colore rosso acceso, lievemente rilevato e caldo, interessa le guance conferendo un aspetto di "guance schiaffeggiate" poi si diffonde a tutto il corpo, spesso pruriginoso.

Tende a scomparire nel giro di un paio di settimane, ma talvolta può ricomparire per settimane e a volte mesi con alcuni tipi di stimoli quali: l'esposizione alla luce solare o i cambiamenti di temperatura.

Quinta malattia, diagnosi e cura

La diagnosi di quinta malattia è clinica, l'esantema facciale è molto caratteristico.

Può essere confermata con un prelievo di sangue ricercando gli anticorpi sierici IgM e IgG specifici per il Parvovirus B19.

Il trattamento della quinta malattia si limita a gestire i sintomi per cui antipiretici, antistaminici e topici per lenire il prurito.

Complicanze della quinta malattia

Nei bambini sani le complicanze da Quinta malattia sono rare. Il parvovirus provoca una transitoria soppressione della produzione di globuli rossi che generalmente è asintomatica.

In pazienti con emoglobinopatie e altre anomalie dei globuli rossi si possono sviluppare crisi aplastiche transitorie. Inoltre in pazienti con patologie che provocano immunodepressione vi può essere una viremia protratta con conseguente anemia severa.

La gestione di tali complicanze viene di solito fatta con emotrasfusioni, ma in alcuni casi possono essere utilizzate le immunoglobuline per via endovenosa per ridurre la durata della viremia ed aumentare la produzione di globuli rossi.

NurseReporter

Commento (0)