Nurse24.it

farmaci

Litio - Carbolithium®

di Chiara Vannini

Il Litio è un farmaco stabilizzante dell’umore, in grado di controllare la fase maniacale della depressione bipolare. Il principale nome commerciale del litio è il Carbolithium®.

Antidepressivi: cos'è il litio e come agisce

Il Litio agisce limitando le oscillazioni dell’umore, prevenendo gli stati maniacali e la depressione. L’indicazione principale del litio è proprio la depressione bipolare.

Il Litio è efficace alla concentrazione plasmatica di 0.5-1 mmol/l, mentre al di sopra di 1,5 diventa tossico. Il principale nome commerciale del litio è il Carbolithium®.

Effetti collaterali

Il Litio ha numerosi effetti collaterali:

  • a livello renale: può causare poliuria, diminuzione della funzione tubulare e della concentrazione dell’urina
  • a livello del SNC: può causare astenia e tremori
  • a livello metabolico: può causare ipotiroidismo, gozzo, diabete insipido, aumento di peso, alterazione del metabolismo glucidico
  • a livello cardiaco: può comportare allungamento del QRS e alterazione del nodo del seno
  • a livello gastroenterico: può causare pesantezza, gonfiore, nausea e diarrea
  • a livello cutaneo: può causare acne, rash, papule e perdita di capelli

Inoltre l’intossicazione acuta (da 1,5 a 3-5 mmol/l) può causare:

NurseReporter

Commento (0)