Nurse24.it
chiedi informazioni per iscriverti in convenzione

napoli

Caldo, al Ps del Cardarelli un accesso ogni sei minuti

di Redazione

    Successivo

Accessi record all'ospedale Cardarelli di Napoli nelle ultime 24 ore. Secondo i dati forniti dal nosocomio, sono 231 i pazienti che sono stati accolti dal reparto di Emergenza e Accettazione. In media circa un paziente ogni sei minuti ha fatto ricorso alle cure dei sanitari del Pronto soccorso dell'azienda ospedaliera.

Per il 40% casi gravi. Picco massimo di accessi dal 2020 ad oggi

Emergenza caldo, ricoveri in aumento al Cardarelli: in 24 ore accolto al Ps un paziente ogni sei minuti.

Si tratta del picco massimo di accessi registrato dal 2020 ad oggi, in un quadro di iperafflusso di pazienti che il Cardarelli registra ormai da settimane.

Negli ultimi nove giorni la media è stata di 200 pazienti al giorno, per un totale di oltre 1.700 persone e un incremento del 30% circa degli accessi.

A rendere più critico il quadro vi è la complessità dei quadri clinici dei pazienti trattati nella giornata del 17 luglio: il 2% sono stati classificati in codice rosso, mentre il 38% sono stati valutati in un codice giallo, una condizione mediamente critica, con la presenza di rischio evolutivo ed un potenziale pericolo di vita.

Nella sola giornata del 17 luglio l'aumento dei codici gialli rispetto alla media della settimana precedente è stato del 52%. Siamo in un momento estremamente delicato - dice il direttore generale Antonio D'Amore -. Questi numeri sono il risultato di una grande fiducia che i cittadini di tutta la Campania hanno nella nostra struttura: il 57% dei pazienti che si rivolge al nostro Pronto soccorso risiede sul territorio della città di Napoli, mentre il 40% proviene dal resto della regione. La prova che si tratta di una scelta precisa da parte dei cittadini è data dal fatto che l'86% di essi arriva al Cardarelli con mezzi propri.

Ringrazio medici, infermieri e Oss per il grandissimo impegno, la professionalità e il senso del dovere che stanno mettendo in campo, facendosi carico anche della carenza di personale di emergenza che accomuna il nostro pronto soccorso a quello di tutti gli ospedali italiani.

Data la criticità del momento - continua D'Amore - invito i cittadini della città di Napoli a rivolgersi al Pronto soccorso del Cardarelli sono nei casi in cui davvero ve ne sia bisogno. Ora dobbiamo dedicare tutte le nostre energie a quanti davvero hanno bisogno di noi.

Diciotto dei pazienti accolti nella giornata di ieri dal reparto di Emergenza del Cardarelli erano già stati trattati nella stessa giornata da altri pronto soccorso, mentre altri erano in trasferimento direttamente da Rsa e residenze per anziani del territorio.

A causa dell'iperafflusso registrato in queste ore, inoltre, i tecnici dell'ospedale Cardarelli hanno dovuto far slittare i lavori di ristrutturazione che sono in programma nella zona interna del Pronto soccorso.

Ritorna al sommario del dossier Rianimazione

scopri i vantaggi della convenzione

Commento (0)