Nurse24.it
Scopri i webinar gratuiti su Salute.LIVE

Emergenza-Urgenza

Noi volontari in ambulanza, sempre al servizio degli altri

di Nicola Luccarelli

    Successivo

Li chiamano gli angeli dell’ambulanza. Sono i volontari delle Croci. Abbiamo cercato di conoscerle un po' meglio, facendo quattro chiacchiere con Denis Gilatta, presidente di Croce Adriatica di Misano Adriatico. Denis ha 39 anni, e viene da Rimini.

Croce Adriatica, gli angeli arrivano in ambulanza

croce adriatica

La Croce Adriatica

L’intervista a Denis Gilatta, presidente di Croce Adriatica di Misano Adriatico, 39 anni, di Rimini.

Presidente, quando è nata la Croce Adriatica?

La Croce Adriatica nasce ufficialmente il 9 aprile di quest'anno.

Da quanto tempo fa il volontario?

Io da ottobre dell'anno scorso. Mi padre Enzo, invece, e l'altro nostro socio Giorgio Ugolini fanno volontariato da più di 30 anni.

Quanti volontari conta Croce Adriatica?

Ci sono circa 25 volontari e tutti operano sull'ambulanza, in più, tre di questi si occupano anche del centralino. Siamo tutti esclusivamente volontari, ma essendo il lavoro aumentato notevolmente, il 23 di questo mese inizieranno dei corsi per cercare di trovarne altri.

Che tipo di corsi bisogna frequentare per diventare volontario?

Prima bisogna frequentare un corso interno, per poi passare agli attestati ufficiali come il Blsd sia per adulti che pediatrico. Con questo attestato si può iniziare ufficialmente ad operare come volontario.

Bisogna possedere altre caratteristiche per diventare un buon volontario, oltre ad aver conseguito certi diplomi e attestati?

Le caratteristiche che ricerchiamo sono esclusivamente morali. Prestando servizio da noi, ma come anche in tutte le altre associazioni di volontariato, si occupa il proprio tempo libero nell'aiutare le persone che sono sole ed in difficoltà.

Quanto è lunga la vostra giornata lavorativa?

Abbiamo circa cinque/sei servizi al giorno. Iniziamo la mattina verso le 7 e finiamo la sera verso le 19, anche se la maggior parte del lavoro si svolge la mattina.

Quante ambulanze avete a disposizione?

Abbiamo sei ambulanze per servizi sanitari e un Movano per servizi sociali.

Di che cosa vi occupate esattamente? Quali servizi offrite?

Ci occupiamo prevalentemente di dimissioni, oppure visite nei vari ospedali, sagre o feste di paese come ad esempio il Palio del daino, la Festa delle streghe, la Notte Rosa, e anche tutte le manifestazioni sportive. Tra le altre cose, abbiamo appena prestato servizio per la Spartan Race, che si è tenuta il 23 settembre a Misano, con un notevole dispiego di forze da parte nostra: 23 volontari, due medici, due infermieri, cinque ambulanze e una tenda da campo con dentro 10 posti letto. Per questo evento, ci ha dato una grossa mano anche l'associazione Arcione della Protezione Civile di Riccione. Inoltre, collaboriamo con tre assicurazioni. Quando un turista si fa male nelle nostre province di competenza, queste ci contattano per riportare i propri assicurati a casa o eventualmente nell'ospedale più vicino alla loro abitazione.

Dove operate principalmente?

Operiamo in tutta la provincia di Rimini, Pesaro e Urbino e con le assicurazioni, in tutta Italia ed Europa.

Quanto è importante per voi e per gli altri quello che fate?

La Croce Adriatica nasce esclusivamente con un unico scopo: quello di aiutare il prossimo e di migliorare la vita nella nostra comunità, punto e basta.

Fino a quanto continuerete ad aiutare il prossimo?

Fino a quando ci saranno volontari motivati come noi. Quando si tratta di fare del bene non ci sono difficoltà a trovare persone motivate.

Ritorna al sommario del dossier Rianimazione

Giornalista
Iscriviti

Commento (0)