Nurse24.it

salute mentale

Disturbo di panico

di Giacomo Sebastiano Canova

La caratteristica essenziale del disturbo di panico (o attacco di panico) è la presenza di un periodo preciso di intensa paura o disagio accompagnato da una serie di sintomi. L'attacco possiede un inizio improvviso, raggiunge rapidamente l'apice (di solito in 10 minuti o meno) e si accompagna spesso da un senso di pericolo o di catastrofe imminente e da urgenza di allontanarsi. Chi soffre di disturbo di panico descrive solitamente la paura come intensa e riferisce di avere pensato di essere in procinto di morire, di poter perdere il controllo, di avere un infarto del miocardio o un ictus, oppure di impazzire.

Sintomi di un attacco di panico

Per definire il disturbo da panico (o attacco di panico) è necessario che in un periodo preciso di intensa paura o di disagio si presentino improvvisamente almeno quattro dei seguenti sintomi, raggiungendo il loro picco nel giro di 10 minuti:

  • Palpitazioni, cardiopalmo, o tachicardia
  • Sudorazione
  • Tremori fini o a grandi scosse
  • Dispnea o sensazione di soffocamento
  • Sensazione di asfissia
  • Dolore o fastidio al petto
  • Nausea o disturbi addominali
  • Sensazioni di sbandamento, di instabilità, di testa leggera o di svenimento
  • Derealizzazione (sensazione di irrealtà) o depersonalizzazione (essere distaccati da sé stessi)
  • Paura di perdere il controllo o di impazzire
  • Paura di morire
  • Parestesie (sensazioni di torpore o di formicolio)
  • Brividi o vampate di calore
Corsi ecm fad, residenziali per sanitari

Commento (0)