Nurse24.it
entra a far parte della community di priofessionistidellasalute.it >

farmaci

Xanax® ansiolitico

di Sara Pieri

Xanax®, principio attivo alprazolam, è un farmaco ansiolitico che appartiene alla famiglia delle benzodiazepine utilizzato nel trattamento di stati di ansia e attacchi di panico con o senza manifestazioni somatiche o psichiatriche. Xanax® si può trovare in commercio sotto forma di compresse, compresse a rilascio prolungato oppure in gocce.

Meccanismo d’azione di Xanax®

Xanax® gocce

L’azione dell’ansiolitico Xanax® è volta a inibire lo stato di eccitazione dei neuroni che possono essere la base dello stato patologico; agiscono infatti stimolando il sistema dell’acido γ-amminobuttirico, detto GABA, che è il principale neurotrasmettitore inibitorio dei mammiferi, conferendo al farmaco proprietà ansiolitiche, ipnotiche e sedative.

Xanax® viene metabolizzato a livello epatico ed eliminato attraverso l'escrezione urinaria nella maggior parte, in minor parte per via fecale.

Posologia

Il dosaggio di Xanax® va modulato in base alla gravità della sintomatologia; si inizia con un dosaggio basso per poi aumentarlo in caso la terapia non sortisca gli effetti desiderati. Le variazioni di dosaggio devono essere graduali e controllate; particolare attenzione va prestata nei pazienti anziani o debilitati nei quali il rischio di sovradosaggio è maggiore, per evitare complicanze legate alla sedazione residua.

Le benzodiazepine sono farmaci che possono creare dipendenza fisica e psichica, motivo per cui è importante:

  • Valutare accuratamente e periodicamente la necessità della terapia
  • Interrompere la terapia in modo graduale per evitare termini bruschi che possono portare a sintomi di astinenza, come: cefalea, dolori muscolari, tensione, confusione, irritabilità, ansia estrema

La dose iniziale può variare da 0,25 a 0,50 mg 3 volte/die, dosaggio che può essere aumentato fino ad un massimo di 4 mg al giorno, per un periodo compreso fra le 8 e 12 settimane, da rimodulare in base alle condizioni cliniche del paziente.

Quando è controindicato Xanax®

Xanax® - alprazolam è controindicato in pazienti con nota ipersensibilità alle benzodiazepine, miastenia grave, insufficienza respiratoria grave, sindrome da apnea notturna, insufficienza epatica grave.

Interazioni

Xanax® può produrre effetti depressivi sul sistema nervoso centrale (SNC) quando viene somministrato in concomitanza con oppioidi, alcool o altri farmaci che agiscono sul SNC come neurolettici, ipnotici, antidepressivi, antiepilettici.

Gli effetti che ne derivano possono condurre a grave depressione respiratoria, coma fino a morte.

Effetti collaterali di Xanax®

Dipendenza fisica/psichica, amnesia retrograda, depressione, reazioni psichiatriche e paradosse (irrequietezza, agitazione, irritabilità, incubi, allucinazioni, psicosi, alterazioni del comportamento).

Sovradosaggio: aumentata attività del farmaco che include sonnolenza, disartria, scarsa coordinazione motoria, coma e depressione respiratoria. In caso di sovradosaggio è importante dare sostegno alle funzioni respiratorie e cardiovascolari.

Si può rendere necessario lo svuotamento dello stomaco entro la prima ora dopo l’assunzione tramite la stimolazione del vomito nei pazienti coscienti e collaboranti, mentre con lavaggio gastrico meccanico e protezione delle vie aeree in pazienti incoscienti e non collaboranti.

È disponibile in commercio anche l’antidoto Flumazenil, che può essere somministrato in caso di intossicazione acuta per antagonizzare il legame delle benzodiazepine sul recettore GABA.

Infermiere
entra a far parte della community di priofessionistidellasalute.it >

Commento (0)