Nurse24.it

testimonianze

Colloquio choc per Oss: Paghiamo tre euro l'ora

di Redazione

    Precedente Successivo

Qui si fanno turni di 12 ore e poi 24 ore di riposo, Lo facciamo per voi, per farvi riposare, La paga è di 650 euro al mese, ma dipende tutto da te, dalla tua voglia di lavorare, dall’impegno che ci metterai. Questa è una struttura pubblica, ma non ci sono infermiere, solo operatrici. Dovete fare tutto voi, compresa la somministrazione dei medicinali. Fantascienza? No cronaca di un ordinario colloquio di lavoro, come operatore socio-sanitario, a Napoli.

Cercasi Oss, a 3 euro scarsi all’ora

Carmela, ovviamente il nome è di fantasia, ha registrato per Nurse24.it un colloquio di lavoro in una struttura pubblica. Una casa di riposo per anziani, dove cercavano un’operatrice socio-sanitaria. Il colloquio ha dell’inverosimile e lascia sbigottiti. Soprattutto la paga: 650 euro al mese per 54 ore di lavoro settimanali. Vale a dire meno di due euro all’ora.

Ha già esperienze di lavoro in una casa di riposo? chiede la responsabile a Carmela. E lei: No, in realtà, come domiciliare tantissimi, ma in una casa di riposo mai. La responsabile spiega a Carmela i turni di lavoro. Tra un turno di 12 ore e l’altro ci sono sempre 24 ore di riposo – dice in tutta tranquillità, quasi fosse un favore alle dipendenti -. Ad esempio il lunedì si viene a lavorare alle 8 e si smonta 19, poi ci si riposa 24 ore e si torna alle 19 del giorno dopo per fare la notte. Si smonta alle 8 e si riposa 24 ore, poi si torna alle 8 del giorno dopo per rifare il giorno. Insomma, è un ciclo giorno-24 ore di riposo-notte-24 ore di riposo e così via. Lo facciamo – continua la responsabile della struttura – sia per avere una maggiore copertura noi, nel caso una di voi si ammalasse o non potesse venire al lavoro, sia per farvi riposare di più.

Ma quante ore di lavoro sono a settimana? chiede la nostra Carmela. Ah non saprei, dipende dal turno – risponde la responsabile – è da provare. In realtà basta fare qualche conto, la matematica non è un’opinione. Dodici ore di lavoro, intervallate da 24 di riposo, significa che si va a lavorare praticamente tutti i giorni, che sia la notte o il giorno. E a conti fatti sono 54 ore settimanali.

E la paga? Lo stipendio base è di 650 euro – dice la responsabile – a cui vanno aggiunte 50 euro ogni volta che si coprono turni in più, a meno che non ci si mette d’accordo con l’altra operatrice per recuperare il turno saltato. E per neanche due euro all’ora cosa dovrebbe fare l’Oss? Tutto! Qui non abbiamo infermiere – chiarisce subito la responsabile – infatti i nostri pazienti sono tutti autonomi o semi-autonomi. Nel momento in cui dovessero diventare allettati siamo costretti a chiedere il ricovero in altre strutture più idonee. Siete tre operatrici e dovete occuparvi degli ospiti, della loro igiene personale e dell’igiene delle stanze, della somministrazione delle medicine ecc….

Se sei interessata a provare ti metto in cima alla lista – dice tutta soddisfatta la responsabile, quasi come servisse una raccomandazione per andare a lavorare a due euro all’ora -. Magari, potresti iniziare dalla notte!.

Ritorna al sommario del dossier Testimonianze OSS

Commenti (2)

Michele Endrizzi

Avatar de l'utilisateur

1 commenti

Matematica

#2

Visto che la matematica non è un'opinione... Sono 42h/week.
Fanno circa 3.6€/h.

polesino73

Avatar de l'utilisateur

1 commenti

Oss

#1

Se non ho fatto male i conti le ore settimanali dovrebbero essere 48 circa. Non vuol dire che vada bene, anzi. Si dovrebbe lavorare su due cose principalmente: il compenso, che è veramente da fame, e la somministrazione farmaci, illegale senza essere coadiuvati da un infermiere, che a sua volta deve avere una prescrizione medica. Per quanto riguarda la tipologia dei lavori credo rientrino nel range ( igiene pazienti, e riassetto camere, magari coadiuvati da personale OSA)