Nurse24.it
scopri i vantaggi della convenzione

Patologia

Duodenite

di Ilaria Campagna

Infiammazione della parete interna del tratto di intestino chiamato duodeno. La duodenite può avere diverse cause, anche se in genere è causata da un aumento della secrezione acida dello stomaco causata da infezione da Helicobacter pylori o altre infezioni batteriche e virali, farmaci come i FANS e alimentazione scorretta. La diagnosi si basa su anamnesi, esame obiettivo e perlopiù sull’esecuzione della gastroduodenoscopia. La terapia varia a seconda della causa della duodenite e se attuato tempestivamente e in modo adeguato la duodenite si risolve completamente. In caso contrario possono verificarsi complicanze come emorragie e perforazione intestinale. La prognosi è quindi buona e la prevenzione consiste nell'adottare un corretto stile di vita e un’alimentazione adeguata.

Che cos’è la duodenite

Duodenite, l'infiammazione del duodeno

La duodenite è l’infiammazione della parete interna del duodeno, il tratto iniziale dell’intestino tenue compreso tra lo stomaco e il tratto di intestino chiamato digiuno.

La duodenite può essere di tipo acuto o cronico e può essere causata da fattori di varia natura (duodenite primaria), o essere la conseguenza di altre malattie del tratto gastrointestinale (duodenite secondaria). La duodenite colpisce in eguale misura entrambi i sessi e tutte le età, compresa l’infanzia.

Cause di duodenite

Le cause che provocano la duodenite possono essere di diversa natura, anche se in genere è causata da un aumento della secrezione acida dello stomaco (ipercloridria), a sua volta causata da:

Sintomi di duodenite

In alcuni casi la duodenite è asintomatica, ma nei casi in cui i sintomi sono presenti includono:

  • Dolore addominale che si irradia alla schiena
  • Gonfiore addominale postprandiale
  • Bruciore di stomaco
  • Nausea
  • Vomito
  • Diarrea o costipazione
  • Feci sanguinolente
  • Mancanza di appetito
  • Difficoltà e sensazione di incompleta digestione
  • Sensazione di malessere generalizzato
  • Anemia da carenza di ferro: in caso di sanguinamento conseguente all’infiammazione

Diagnosi di duodenite

La diagnosi di duodenite, oltre che sull’anamnesi e sull’esame obiettivo, per la conferma diagnostica si basa anche sull'esecuzione di:

  • Gastroduodenoscopia con biopsia: utile al fine di avere una visione diretta di eventuali alterazioni microscopiche mediante l’analisi di campioni bioptici e quindi individuare la malattia e le sue eventuali cause
  • Esami del sangue per la celiachia
  • Esame delle feci per individuare eventuali infezioni
  • Rx del tratto digestivo
  • Breath test per Helicobacter Pylori

Come si cura la duodenite

Il trattamento della duodenite varia a seconda della causa e comprende diversi farmaci da assumere da soli o in combinazione tra loro:

Per la cura della duodenite è molto importante anche un corretto regime alimentare e un sano stile di vita, quindi l’evitamento di:

  • Alcool
  • Bevande gassate
  • Caffè
  • Cibi fritti e irritanti
  • Cibi speziati
  • Altri cibi: ad esempio quelli contenenti glutine in caso di celiachia
  • Fumo
  • Sospendere un’eventuale assunzione di farmaci antinfiammatori non steroidei

Complicanze

Il mancato riconoscimento della duodenite impedisce di somministrare una terapia adeguata, di conseguenza l’evoluzione della patologia può portare a complicanze, come:

  • Emorragia
  • Perforazione intestinale
  • Restringimento del lume dell'organo o stenosi
  • Febbre
  • Perdita di peso importante

Prognosi e prevenzione

Con un trattamento adeguato, nella maggior parte dei casi la duodenite si risolve completamente e solo raramente diventa un problema cronico.

Per prevenire la duodenite sono necessari un corretto stile di vita e una corretta alimentazione.

Commento (0)