Nurse24.it

farmaci

Clexane® - enoxaparina

di Chiara Vannini

Clexane® è il nome commerciale dell’enoxaparina, una diffusa eparina a basso peso molecolare (EBPM). Clexane® agisce in due modi: inibendo la formazione di trombi nel sangue (bloccando quindi la formazione di coaguli) e bloccando la crescita di coaguli già esistenti, interagendo nella distruzione dei trombi.

Indicazioni all’uso di Clexane®

Clexane® è il nome commerciale dell’enoxaparina

Clexane® è utilizzato sia a scopo profilattico che a scopo terapeutico:

Terapeutico, per trattare la formazione di trombi

Profilattico, per prevenire la formazione di trombi, in particolar modo:

  • Prima o dopo un intervento chirurgico
  • In caso di malattia che comporta un periodo di mobilità ridotta, per un tempo limitato
  • In caso di angina instabile o infarto del miocardio
  • In corso di emodialisi

È disponibile per la somministrazione per via sottocutanea in diversi dosaggi.

Clexane® è indicato:

A scopo profilattico per:

  • Profilassi del tromboembolismo venoso (TEV) nei pazienti chirurgici a rischio moderato o alto, in particolare chirurgia ortopedica e oncologica
  • Profilassi del TEV in pazienti non chirurgici, ma con patologia acuta (es. insufficienza cardiaca, insufficienza respiratoria, sepsi, mobilità ridotta)
  • Prevenzione della formazione di trombi in corso di emodialisi

A scopo terapeutico per:

Negli anziani è raccomandato un uso attento in caso di insufficienza renale.

È raccomandato un uso attento anche nei pazienti affetti da patologia epatica, mentre in caso di insufficienza renale Clexane® non è indicato nei pazienti con una clearance della creatinina < 15ml/min.

Clexane® non è indicato nei bambini.

Controindicazioni

Clexane® è controindicato in caso di:

  • Allergia o ipersensibilità al principio attivo o ai suoi eccipienti
  • Storia di trombocitopenia causata da eparina negli ultimi 100 giorni o con anticorpi ancora circolanti
  • Sanguinamento importante o rischio emorragico elevato (es. recente ictus emorragico, ulcera gastrica, neoplasie maligne ad alto rischio di sanguinamento, varici esofagee, malformazioni atero-venose, aneurismi vascolari)

Effetti indesiderati

Gli effetti collaterali molto comuni causati da Clexane® sono:

  • Sanguinamenti ed emorragie
  • Ematomi ed ecchimosi
  • Epistassi
  • Ematuria
  • Trombocitosi (aumento delle piastrine)
  • Aumento delle transaminasi

Fra gli effetti collaterali comuni invece ci sono:

  • Trombocitopenia
  • Orticaria e prurito
  • Ematoma, dolore o gonfiore nella sede di iniezione

Fra gli effetti collaterali non comuni:

  • Emorragia cerebrale
  • Emorragia retroperitoneale
  • Necrosi cutanea nella sede di iniziazione

Ed infine fra gli effetti collaterali rari vengono citati:

  • Iperkaliemia (aumento del potassio nel sangue)
  • Reazione allergica

Posologia e via di somministrazione di Clexane®

Clexane® è disponibile in siringhe pre-riempite, per la somministrazione sottocutanea. È presente in diversi dosaggi:

  • Clexane®2000 UI/0,2 ml che corrisponde a 20 mg/0,2 ml
  • Clexane®4000 UI/0,4ml che corrisponde a 40 mg/0,4 ml
  • Clexane®6000 UI/0,6ml che corrisponde a 60 mg/0,6 ml
  • Clexane®8000 UI/0,8 ml che corrisponde a 80 mg/0,8 ml
  • Clexane®10000 UI/1 ml che corrisponde a 100 mg/1 ml

La posologia del farmaco cambia a seconda dell’indicazione terapeutica. In linea generale, per la profilassi, i dosaggi sono più bassi rispetto ai dosaggi per scopi terapeutici. A scopo terapeutico, in caso di coaguli nel sangue la dose raccomandata è 150UI/kg una volta al giorno o 100 UI/kg 2 volte al giorno.

Per la profilassi di un intervento chirurgico o persone con una temporanea mobilità, il dosaggio raccomandato è:

  • Nei pazienti a rischio tromboembolico moderato: 2000 UI una volta al giorno, per almeno 7-10 giorni, fino a che la persona presenta una mobilità ridotta
  • Nei pazienti a rischio tromboembolico elevato: 4000 UI una volta al giorno, per almeno 7-10 giorni, fino a che la persona presenta una mobilità ridotta

Per l’infarto NSTEMI la dose raccomandata è 100UI/kg 2 volte al giorno. Per l’infarto STEMI la dose raccomandata è 100UI/kg ogni 12 ore. In caso di infarto STEMI è di norma raccomandata anche l’infusione di eparina endovena.

Per persone sottoposte ad emodialisi, per prevenire la formazione di coaguli nel circuito della dialisi, sono raccomandate 100 UI/kg. La somministrazione di Clexane® ad inizio ciclo di dialisi copre di norma la persona dal rischio trombotico per circa 4 ore.

Interazioni

Clexane® deve essere assunto sotto stretto contatto medico se si assumono in concomitanza i seguenti farmaci:

perché potrebbe potenziarne l’azione.

Occorre prestare attenzione anche in caso di assunzione di:

  • FANS, ibuprofene (Brufen®), diclofenac (Voltaren®), ketorolac (Artrosilene®)
  • Cortisonici, come prednisone (Deltacortene®) o desametasone (Decadron®)

perché potrebbe aumentare il rischio emorragico.

È inoltre raccomandata attenzione nel caso si assumano farmaci che aumentano il livello di potassio, perché Clexane® può, in rari casi, aumentare la kaliemia.

Somministrazione

Clexane® è un farmaco che deve essere somministrato sottocute. Le siringhe preriempite contengono una piccola quantità di aria che non deve essere espulsa prima della somministrazione.

Se la quantità di farmaco da iniettare richiede un adeguamento rispetto alla quantità presente nella siringa, il quantitativo in eccesso deve essere scartato prima dell’iniezione. La somministrazione deve essere effettuata secondo la tecnica di iniezione sottocute, preferibilmente nella zona addominale.

NurseReporter

Commento (0)