Nurse24.it

Emergenza-Urgenza

Triage bifasico o a doppio step

di Giacomo Sebastiano Canova

Il triage bifasico o a doppio step prevede che il triage del paziente si svolga in due tempi, in due diverse postazioni e con due distinti infermieri: un esaminatore e un valutatore.

Il modello organizzativo di triage bifasico o a doppio step

Il triage bifasico è un’evoluzione organizzativa del triage globale raccomandata nei Pronto soccorso ad elevata affluenza.

Questo modello prevede che il triage del paziente si svolga in due tempi, in due diverse postazioni e con due distinti infermieri: un esaminatore e un valutatore.

Il primo infermiere che viene a contatto col paziente è l’esaminatore, il quale effettua una rapida valutazione dello stato generale e individua immediatamente eventuali situazioni di emergenza. Successivamente il suo compito è quello di indagare quale sia il sintomo principale (ovvero il problema di salute dominante del paziente); spesso è prevista l’assegnazione di una codifica provvisoria in attesa della successiva fase di valutazione.

Il secondo infermiere, denominato valutatore, hai il compito di valutare il paziente in modo approfondito, indagando i sintomi con maggiore profondità di intervista e conducendo, qualora ritenuto necessario, un rapido esame obiettivo del paziente rispetto alla problematica di presentazione in modo tale da attribuire un corretto codice di priorità e realizzare una adeguata presa in carico del paziente.

Anche questo modello di triage prevede che la rivalutazione del paziente venga svolta ad intervalli predefiniti.

Commento (0)