Nurse24.it

Emergenza-Urgenza

Fast Track

di Giacomo Sebastiano Canova

Un’altra risposta operativa ad opera dell’infermiere dopo la valutazione di triage è l’attivazione del Fast Track. Questo modello nasce per fornire una risposta assistenziale alle urgenze minori che si presentano in Pronto soccorso.

Fast Track: Il triage in risposta alle urgenze minori

Per far ciò l’infermiere di triage, in autonomia e dopo aver valutato e accertato il bisogno di salute dell’utente, invia quest’ultimo direttamente allo specialista competente qualora presenti un quadro di patologia minore con chiara pertinenza mono-specialistica.

Tali percorsi devono essere previsti da protocolli formalizzati concordati tra i vari servizi coinvolti e validati dalla Direzione ospedaliera, riguardanti tematiche mono-specialistiche; devono inoltre prevedere dei criteri di inclusione ed esclusione dei pazienti.

Per velocizzare ulteriormente questo processo alcuni autori sostengono che sarebbe auspicabile la chiusura dell’episodio di Pronto soccorso direttamente ad opera dello specialista e prevedere il ritorno in Pronto soccorso soltanto dei pazienti che necessitino di un ulteriore percorso diagnostico – terapeutico.

Così come per il modello “See and Treat”, anche per quanto riguarda il Fast Track sono presenti delle linee guida che indirizzano l’operato dell’infermiere per inviare o meno direttamente il paziente all’attenzione dello specialista.

La tabella seguente riassume quanto disposto dalla Regione Veneto per quanto concerne l’invio diretto in consulenza dal triage (Allegato A alla DGR n. 1888 del 23 dicembre 2015). Altre regioni hanno previsto l’attivazione di percorsi FT con atti normativi regionali, tra cui la regione Emilia Romagna (DGR n. 1184 del 26 luglio 2010).

Problematica Avvio diretto se Escludere avvio diretto se
Oculistica
  • Emorragie sottocongiuntivali (considerare PA)
  • Disturbi minori della vista: fosfeni, miodesopsie
  • Disturbi minori al globo: dolore o irritazione, arrossamento congiuntivale, edema palpebrale, disturbo di lacrimazione
  • Trauma oculare minore
  • Sensazione di corpo estraneo
  • Altri disturbi oculari non specificati
  • Trauma grave con ferite o tumefazione periorbitaria o corpo estraneo conficcato evidente
  • Disturbi maggiori della vista: Diplopia, Anisocoria, Diminuzione del visus
  • Contaminazione
Otorinolaringoiatrica

Faringodinia e sensazione di corpo estraneo in gola:

  • se febbre misurazione parametri vitali, invio se non modificano la priorità
  • se alterazione del tono di voce Valutazione Medica di PS prima dell’invio

Otalgia non traumatica e sensazione di corpo estraneo nell’orecchio:

  • se febbre valutare parametri vitali, invio se non modificano la priorità o se dolore o edema alla rocca mastoide Valutazione Medica di PS prima dell’invio

Ipoacusia o acufeni

Epistassi recente non traumatica

  • se tosse o rumori respiratori: escludere ostruzione delle vie aree
  • se emorragia da altre sedi o diatesi emorragica Valutazione Medica di PS prima dell’invio o considerare pressione arteriosa

Corpo estraneo in coana nasale

Valutazione Medica di PS prima dell’invio

  • Sanguinamento nasale in atto
  • Pus o sangue dal meato uditivo
  • Sensazione di corpo estraneo con agitazione, scialorrea o stridore
Odontoiatrica e Maxillo-Facciale

Mal di denti in patologia dentale maggiore in assenza di febbre

Traumatologia dentale minore localizzata

Emorragia post-estrattiva

  • se emorragia da altre sedi o diatesi emorragica valutazione medica di PS prima dell’invio

Dolore acuto articolare temporo-mandibolare con blocco articolare o sospetta lussazione

Dolore acuto e tumefazione sospetta flogistica volto o collo

  • se febbre misurazione parametri vitali
  • se tosse o rumori respiratori: escludere ostruzione delle vie aree
Traumatologia dentale significativa o con emorragia
Urologica

Ematuria e disuria in soggetto con anamnesi di patologia urologica:

  • se febbre misurazione parametri vitali, invio se non modificano la priorità
  • se emorragia da altre sedi o diatesi emorragica valutazione medica di PS prima dell’invio

Ritenzione urinaria acuta:

Nefrostomia, Urostomia/Cistostomia malfunzionante o dislocata

Dolore o tumefazione allo scroto non traumatico 

Valutazione medica di PS prima dell’invio

Non previsti
Ginecologica
  • Edema, secrezione o dolore vaginale o vulvare
  • Corpo Estraneo vaginale
  • Condilomi
  • Richiesta di contraccezione
  • Ritardo di ciclo
  • Altre patologie ginecologiche minori
  • Meno/Metrorragia
  • se emorragia da altre sedi o diatesi emorragica Valutazione Medica di PS prima dell’invio
  • misurazione parametri vitali, invio se non modificano la priorità
  • Traumatismo: Valutazione Medica di PS prima dell’invio
    Corsi ecm fad, residenziali per sanitari

    Commento (0)