Nurse24.it

responsabilità professionale

Muore per una trasfusione errata. Condannata l'infermiera

di Redazione

    Successivo

Morì per una trasfusione sbagliata. In ospedale, alle Molinette, scambiarono le sacche di sangue e alla paziente, una donna di 77 anni, fu iniettato il sangue di un’altra. La donna morì poco dopo, era il 2010. Ora a pagare il conto sono medico e infermiera, entrambi condannati in primo grado a dieci mesi di reclusione con l’accusa di omicidio colposo.

Scambio delle sacche di sangue, la paziente muore. Condannati medico e infermiera

sacche di sangue

Errore di trasfusione, la paziente muore

Il caso è arrivato a sentenza nel 2013. Condannati il medico Maurizio Sacchetti e l’infermiera Roberta Leone, rei di omicidio colposo nei confronti di Irene Guidi, la paziente vittima dell’errore di trasfusione.

L’Asl dovette pagare 400 mila euro di risarcimento ai familiari della donna, che avevano accettato l’accordo rinunciando alla costituzione di parte civile. Ma la Procura ora chiede a medico e infermiera di restituire i 400 mila euro all’Asl.

A stabilire che Irene Guidi morì in seguito a una errata trasfusione di sangue fu l’autopsia. Poi si innescò tutto il procedimento penale, non ancora concluso. Visto che si attende l’appello.

Ritorna al sommario del dossier Responsabilità Professionale

Commento (0)