Nurse24.it
scopri i vantaggi della convenzione

Patologia

Bronchiectasie

di Chiara Vannini

Le bronchiectasie sono delle dilatazioni dei bronchi, secondarie a lesioni della parete. Come conseguenza, le cellule ciliate della mucosa bronchiale, che fisiologicamente proteggono i bronchi dalle sostanze nocive, si danneggiano e non sono più in grado di proteggerli; si ha così una proliferazione batterica, con aumento di secrezioni e conseguenti infezioni.

Conseguenze delle bronchiectasie

Le cause più comuni delle bronchiectasie sono infezioni respiratorie gravi e frequenti

Le cause più comuni delle bronchiectasie sono infezioni respiratorie gravi e frequenti, in persone con patologie polmonari o con problematiche legate ad un deficit del sistema immunitario. A seguito di queste infezioni infatti, la parete bronchiale va incontro ad infiammazione cronica, perde elasticità e sviluppa dilatazioni e piccole cavità.

In casi gravi, Le bronchiectasie possono dare luogo a cicatrici sulla parete, perdita di elasticità e conseguente fibrosi polmonare, un “indurimento” del tessuto muscolare che compromette la normale espansione polmonare.

Un polmone compromesso può dar luogo secondariamente a insufficienza respiratoria e a cuore polmonare cronico, se il cuore risulta sovraccaricato.

Tipologie di bronchiectasie

Le bronchiectasie sono patologie croniche, e comportano una progressiva degenerazione dei tessuti; sono presenti per lo più negli adulti anziani, ma vengono talvolta riscontrate anche nei bambini.

Le bronchiectasie possono essere:

  • Diffuse, se colpiscono più aree dei polmoni
  • Focali, se colpiscono solamente una zona dei polmoni

Inoltre possono essere:

  • Congenite
  • Acquisite

Segni e sintomi di bronchiectasie

I segni e sintomi della bronchiectasia sono progressivi e graduali nel tempo. In linea generale la sintomatologia esordisce in maniera non grave, per poi aggravarsi progressivamente negli anni.

Il paziente affetto da bronchiectasia può presentare:

  • Tosse con espettorato
  • Emottisi, secondaria a fragilità delle pareti bronchiali
  • Dolore toracico, spesso secondario a tosse
  • Fame d’aria
  • Sibili espiratori
  • Dispnea
  • Inappetenza
  • Astenia

Cause di bronchiectasie

Le bronchiectasie sono per lo più causate da infezioni respiratorie recidive e gravi.

Le infezioni respiratorie frequenti sono associate spesso ad una di queste condizioni:

Diagnosi di bronchiectasie

La diagnosi prevede inizialmente un’accurata anamnesi del paziente e un’intervista per valutare i segni e i sintomi presenti. Quando si valuta la sintomatologia è importante comprendere la frequenza, l’entità del disturbo e le caratteristiche.

Per quanto riguarda le indagini strumentali, la diagnosi viene effettuata in primo luogo attraverso indagini radiologiche del torace, in particolare:

In secondo luogo possono essere effettuati esami più specifici come:

  • Test della funzionalità polmonare, per valutare ossigenazione e capacità di eliminare CO2
  • Spirometria
  • Broncoscopia
  • Colturale dell’espettorato

Le indagini strumentali sono necessarie non solo per fare diagnosi, ma in particolar modo per comprendere le cause della malattia (e se sono reversibili o meno) e la gravità.

Una volta diagnosticata la bronchiectasia, è necessario andare a ritroso per poter identificare la causa, e andare ad eseguire esami specifici al fine di riscontrare patologie come HIV, fibrosi cistica, TBC, tumore polmonare o altro.

NurseReporter
Articoli correlati

Commento (0)