Nurse24.it
entra a far parte della community di priofessionistidellasalute.it >

farmaci

Ciproxin® - ciprofloxacina

di Chiara Vannini

Ciproxin® è il nome commerciale della molecola ciprofloxacina. La ciprofloxacina è un antibiotico ad ampio spettro che fa parte della famiglia dei fluorochinolonici, indicato nelle infezioni delle vie respiratorie, delle vie urinarie, delle ossa e come prevenzione delle infezioni causate da neisseria meningitidis. Ciproxin® è disponibile in compresse e sciroppo per somministrazione orale e in fiale, per somministrazione endovenosa.

Distribuzione e assorbimento di Ciproxin®

Ciproxin® è un antibiotico ad ampio spettro efficace contro gram positivi e gram negativi. Agisce andando a bloccare la duplicazione, la replicazione e la riparazione del DNA del batterio.

Ciproxin® viene assorbito bene a digiuno, circa due ore dopo il pasto. Il 35% della dose è a rilascio immediato, mentre il restante 65% è a rilascio prolungato. Il picco plasmatico viene raggiunto da una a quattro ore dopo l’assunzione ed è biodisponibile al 70-80%. L’emivita è di cinque ore.

L’eliminazione avviene attraverso le urine e una piccola quantità viene eliminata per via biliare o attraverso le feci.

Indicazioni

Ciproxin® è indicato in caso di:

  • Polmonite
  • Otite media
  • Sinusite
  • Infezione delle vie urinarie e/o pielonefrite
  • Prostatite batterica
  • Infezione dell’apparato genitale
  • Infezioni della cute e dei tessuti molli causate da gram negativi
  • Infezioni articolari
  • Antrace inalatoria
  • Infezioni del tratto gastroenterico
  • Malattia infiammatoria pelvica

Ciproxin® viene anche utilizzato a scopo profilattico nelle persone che hanno avuto contatti con meningite da neisseria meningitidis. La dose da assumere è 500 mg una compressa, per bocca, in un’unica somministrazione.

Microrganismi sensibili al Ciproxin®

Ciproxin® è efficace contro batteri gram positivi e gram negativi. In particolare, è indicato in caso di infezioni da:

Aerobi gram positivi (Bacillus antraci)

Aerobigram–negativi:

  • Aeromonas
  • Brucella
  • Citrobacter koseri
  • Francisella tularensis
  • Haemophilus ducreyi
  • Haemophilus influenzae
  • Legionella
  • Moraxella catarrhalis
  • Neisseria meningitidis
  • Pasteurella
  • Salmonella
  • ShigellaVibrio
  • Yersinia pestis

Anaerobi:

  • Mobiluncus
  • Chlamydia trachomatis
  • Chlamydia pneumoniae
  • Mycoplasma hominis
  • Mycoplasma pneumoniae

Può diventare resistente a:

Aerobi gram–positivi:

Aerobi gram–negativi:

Anaerobi:

  • Peptostreptococcus
  • Propionibacterium acnes

È fisiologicamente resistente a:

Aerobi Gram-positivi:

Aerobi Gram-negativi

  • Stenotrophomonas maltophilia

Anaerobi:

  • Mycoplasma genitalium
  • Ureaplasma urealitycum

Come altri antibiotici Ciproxin® può dare origine ad antibiotico resistenza.

Controindicazioni

Ciproxin® è controindicato innanzitutto a coloro che hanno un’allergia alla ciprofloxacina o a uno degli eccipienti presenti nel farmaco. È controindicato inoltre alle persone che hanno un’allergia ad un antibiotico della famiglia dei chinolonici.

È controindicata l’assunzione di Ciproxin® alle persone che assumono tizanidina, farmaco miorilassante ad azione centrale, utilizzato nel trattamento di dolori del rachide cervico–dorso-lombare.

Ciproxin® è infine controindicato sotto i 18 anni ed è sconsigliato in gravidanza e in allattamento.

Effetti indesiderati di Ciproxin®

Gli effetti indesiderati comuni sono:

  • nausea
  • vomito

Gli effetti indesiderati non comuni (1 persona su 100) sono:

Gli effetti indesiderati rari (1 persona su 1000) sono:

  • aumentato tono muscolare e crampi
  • colite
  • leucopenia
  • reazione allergica
  • iperglicemia (Ciproxin® contiene saccarosio)
  • diplopia
  • insufficienza renale
  • affanno
  • tachicardia

Infine, gli effetti collaterali molto rari (1 persona su 10.000) comprendono:

Posologia e via di somministrazione di Ciproxin®

Ciproxin® è disponibile in compresse e in fiale per somministrazione endovenosa.

La terapia può avere una durata variabile, a seconda della patologia, che va dai 3 ai 21 giorni. Il dosaggio da assumere varia anch’esso a seconda dell’indicazione terapeutica e può andare dai 10 mg/kg ai 20 mg/kg, due o tre volte al giorno.

Non è raccomandato un dosaggio differente nelle persone affette da insufficienza epatica o renale. È fortemente raccomandato assumere le compresse intere e non frantumate o suddivise, perché rischierebbero di perdere il loro effetto a rilascio modificato. Le compresse non devono nemmeno essere assunte con latte o derivati.

Interazioni

In letteratura sono indicati numerosi farmaci insieme ai quali è sconsigliato assumere Ciproxin®. In particolare, è sconsigliato l’utilizzo con tizanidina, perché può causare ipotensione e sonnolenza.

Inoltre, alcuni farmaci possono ridurre gli effetti del Ciproxin®, in particolare antiacidi, omeprazolo, e supplementi minerali.

Ciproxin® può potenziare l’effetto dei seguenti farmaci:

  • Pentoxifillina (farmaco vasodilatatore)
  • Duloxetina (farmaco antidepressivo)
  • Lidocaina (farmaco anestetico locale e antiaritmico)
  • Agomelatina (farmaco antidepressivo)

Ciproxin® non va assunto con latte e latticini, perché ne limitano l’assorbimento del principio attivo.

Nota AIFA sui fluorchinoloni

Nel 2019 l’AIFA, Agenzia italiana del Farmaco, ha pubblicato una nota informativa sui farmaci contenenti fluorchinoloni. Il documento dichiara che sono state segnalate reazioni avverse invalidanti, di lunga durata e potenzialmente permanenti, principalmente a carico del sistema muscoloscheletrico e del sistema nervoso, correlate all’assunzione di fluorchinoloni.

Viene quindi raccomandato ai medici di non prescrivere Ciproxin® in caso di:

  • Infezioni non gravi (come faringite, tonsillite e bronchite acuta)
  • Per la prevenzione della diarrea del viaggiatore o delle infezioni ricorrenti delle vie urinarie inferiori
  • Per infezioni non batteriche, per esempio la prostatite non batterica
  • Per le infezioni da lievi a moderate (incluse la cistite non complicata, la riacutizzazione di BPCO, la rinosinusite batterica acuta e l’otite media acuta), a meno che altri antibiotici comunemente raccomandati per queste infezioni siano ritenuti inappropriati
NurseReporter
entra a far parte della community di priofessionistidellasalute.it >
Articoli correlati

Commento (0)