Nurse24.it

COVID-19

Toscana: da 20 a 45 euro al giorno agli operatori sanitari

di Redazione

Pubblico Impiego

    Successivo

La Toscana è la prima regione che riconoscerà agli operatori della sanità pubblica, una indennità giornaliera legata ai rischi del Covid-19. Gli incentivi saranno distribuiti su tre fasce, identiche per tutti, indipendentemente dal tipo di qualifica e retribuzione per il periodo legato all’emergenza.

Emergenza COVID la Toscana riconosce il rischio agli operatori

Grazie ai fondi provenienti dalle donazioni la Regione, in accordo con i sindacati, riconoscerà a partire dal 17 marzo e fino al 30 aprile prossimo, tutto il personale del ruolo sanitario e agli OSS operanti presso i presidi ospedalieri o strutture sanitarie dove ci sia un rapporto con l’utenza e/o altro personale addetto all’assistenza ovvero presso servizi di diagnostica anche ubicati all’esterno di predette strutture, nonché operante a stretto contatto con il pubblico (front office), è attribuito un compenso giornaliero per ogni turno di effettivo servizio suddiviso in tre fasce:

  1. FASCIA ALTA - 45 euro al giorno per chi lavora in area Covid,
  2. FASCIA MEDIA - 25 euro al giorno per chi lavora vicino all’area Covid
  3. FASCIA BASSA - 20 euro al giorno per chi è in area no Covid
Distribuizione settori
Fascia A  - ALTA Fascia B - MEDIA Fascia C - BASSA
Malattie infettive SPDC Tutti i restanti operatori  della fattispecie indicate in premessa
Dea, OBI, HDU Territorio, in servizio presso strutture afferenti a percorsi ospedalieri e territoriali Covid non ricompresi nella Fascia A   
Degenza COVID Ostetricia  
Rianimazione, Terapia intensive Dialisi  
USCA, Assistenti sanitari ove destinati alla presa in  carico dei pazienti  COVID Altre Degenze  
Bed Manager Check- Point  
Tecnici  perfusionisti ECMO    
Laboratorio: Lavoratori operanti presso strutture sanitarie  ovunque  collocate che siano addetti al trattamento dei campioni biologici per esami Covid ovvero alla effettuazione di test o campioni dello stesso  tipo    
Radiodiagnostica: Operatori in servizio presso struttere di diagnostica per immagini che effettuano esami verso pazienti  provenienti dai  percorsi ospedalieri Covid    
Obitorio    
Front Offce    

L'accordo siglato il 3 aprile 2020 prevede anche che entro la prossima settimana verrà sottoscritto una specifica intesa analoga alla presente per i lavoratori della sanità privata delle Regione.

Ritorna al sommario del dossier Pubblico Impiego

Corsi ecm fad, residenziali per sanitari

Commento (0)