Nurse24.it
scopri i master dell'Università Telematica Pegaso in convenzione con Nurse24

contratto sanità

Pausa giornaliera e servizio mensa

di Chiara Vannini

Pubblico Impiego

    Successivo

La firma del nuovo CCNL, ha visto in questi mesi diverse interpretazioni del diritto alla pausa giornaliera e al servizio mensa destinati al personale turnista, alcune aziende hanno anche sospeso il servizio mensa per il personale turnista.

Contratto Sanità: Pausa e servizio mensa per il personale

Pausa giornaliera

L'art. 27 comma 4 del CCNL 2016/2018, così come il CCNL precedente, riconosce al personale con orario di lavoro superiore alle sei ore, il diritto a beneficiare di una pausa di almeno 30 minuti per il recupero delle energie psico-fisiche, e questa pausa può essere utilizzata anche per l'eventuale consumazione del pasto.

Inoltre, la durata della pausa e la sua collocazione temporale dipendono dalla tipologia di orario di lavoro, dalla presenza di eventuali servizi di ristoro e dalla collocazione delle sedi dell'Azienda nella città oltre che dalle dimensioni della città stessa.

Molte aziende sanitarie hanno interpretato in maniera restrittiva questa norma, escludendo il personale turnista dal diritto alla fruizione della mensa o al buono pasto sostitutivo.

Mensa

In realtà, per quanto riguarda il servizio mensa, rimane in vigore l'art 29 del CCNL integrativo del 20/09/2001 che sancisce la possibilità alle aziende di istituire il servizio mensa sulla base dell'organizzazione e delle risorse disponibili.

In particolare, l'art. 29 CCNL integrativo del 20/09/2001 stabilisce che:

  • hanno diritto alla mensa tutti i dipendenti, compresi quelli che prestano la propria attività in posizione di comando;
  • il diritto matura per ogni giorno di effettiva presenza al lavoro e in relazione alla particolare articolazione dell'orario;
  • il pasto va consumato al di fuori dell'orario di lavoro;
  • il tempo impiegato per il consumo del pasto non deve essere superiore a 30 minuti.

Questo fa comprendere come la pausa e il servizio mensa siano due istituti contrattuali separati. Ciò significa che il personale non turnista ha diritto ad una pausa di almeno 30 minuti (art. 27 comma 4 del CCNL 2016-2018), ma questo non incide sul diritto dei turnisti a beneficiare del servizio mensa. Pertanto, come prevede l'art. 29 CCNL 20/09/2001 e il successivo art. 27 del CCNL 2016/2018, se l'azienda offre il servizio mensa devono poterne usufruire tutti i dipendenti, incluso il personale turnista.

Ritorna al sommario del dossier Pubblico Impiego

NurseReporter

Commento (0)