Nurse24.it
scopri i master dell'Università Telematica Pegaso in convenzione con Nurse24

milleproroghe

Approvato Odg Mammì (M5S) su intramoenia per infermieri

di Redazione

Pubblico Impiego

    Successivo

La politica torna a parlare di intramoenia per gli infermieri: nel corso della discussione per la conversione in legge del decreto Milleproroghe - fa sapere l'On Stefania Mammì (M5S) - è stato approvato il mio ordine del giorno dove impegno il Governo a riconoscere agli infermieri e alle altre professioni sanitarie il diritto ad esercitare attività libero-professionale, intramuraria ed extramuraria, al di fuori dell'orario di servizio.

Mammì: stop vincolo di esclusività per infermieri dipendenti pubblici

Riconoscere agli infermieri e ai professionisti sanitari l'importanza del loro ruolo e quindi riconoscere il diritto ad esercitare la libera professione, intramuraria ed extramuraria come risposta concreta alla carenza di personale. È questo l'obiettivo, la vera rivoluzione che auspica l'On. Stefania Mammì (M5S), soprattutto in tempi come quelli che viviamo, nei quali bisogna correre ai ripari e cambiare le regole, migliorandole e rinnovandole.

È stato accolto nel corso della discussione per la conversione in legge del decreto Milleproroghe il mio ordine del giorno dove impegno il Governo a riconoscere agli infermieri e alle altre professioni sanitarie il diritto ad esercitare attività libero-professionale, intramuraria ed extramuraria, al di fuori dell'orario di servizio.

È un’opportunità per i professionisti che potrebbero esercitare in libera professione ed una risposta concreta alla mancanza di personale sanitario.

Dopo l'assunzione dell'impegno da parte del Governo dovrebbe spettare allo stesso esecutivo l'adozione dei provvedimenti di natura legislativa mirati all'attuazione della proposta; auspico pertanto che il Governo intervenga introducendo nella legge 3 agosto 2007 n.120 l'attività professionale intra ed extramuraria anche per gli infermieri e le professioni sanitarie estendendo quindi agli operatori delle professioni sanitarie le stesse facoltà concesse ai medici.

Sarà mio compito assicurarmi che il Governo tenga fede all'impegno assunto e laddove non lo facesse, proseguirà il mio impegno affinché venga attuata la mia proposta.

L’attività libero professionale intramuraria non solo per i medici come è ad oggi, ma anche ad esempio per infermieri, fisioterapisti e ostetriche - istanza portata avanti anche da Pierpaolo Sileri - costituirebbe secondo Mammì una strada anche per abbattere il lavoro sommerso, rilevante e crescente nel mercato delle prestazioni sanitarie e soprattutto per rispondere alle numerose attese e domande di salute dei cittadini, specie nell'attuale crisi sanitaria.

Ritorna al sommario del dossier Pubblico Impiego

Commento (0)