Nurse24.it

Selezione interna

Foggia: la magistrale infermieristica vale meno? Un errore

di Massimo Canorro

Pubblico Impiego

    Successivo

Si tratta di un errore di trascrizione che si sta provvedendo a rettificare. È la replica dell’ufficio stampa dell’Aou Ospedali Riuniti di Foggia, dopo che un’infermiera ha contattato la redazione di Nurse24.it segnalando un’anomalia nelle schede di valutazione titoli di due avvisi di selezione interni. In entrambe, infatti, veniva attribuito un punteggio minore (1,00) al diploma di laurea specialistica/magistrale nel profilo professionale oggetto della selezione, e un punteggio maggiore (1,50) a chi fosse in possesso di altra laurea ulteriore a quella richiesta dal profilo di appartenenza. Così abbiamo chiesto delucidazioni alla struttura sanitaria che, prontamente, ha fatto chiarezza sull’accaduto.

Errore di trascrizione nei bandi di selezione al Policlinico Riuniti di Foggia

Si può replicare celermente e con l’intenzione di intervenire quanto prima sull’errore compiuto. È quanto ha fatto l’Aou Ospedali Riuniti di Foggia che, attraverso il suo ufficio stampa, ha fatto chiarezza sulla segnalazione di un’infermiera alla redazione di Nurse24.it. La professionista sanitaria – che anni fa ha conseguito la laurea magistrale in ambito infermieristico ed ostetrico nonché il titolo coordinatore infermieristico lavorando prima all’ospedale Casa Sollievo della Sofferenza a San Giovanni Rotondo e ora al Policlinico Riuniti di Foggia – ci aveva scritto indicando un’incongruenza in un avviso interno di selezione per soli titoli, volto all’attribuzione di n. 45 incarichi di organizzazione semplice e di coordinamento (Ios) per ruolo sanitario (delibera n. 391 del 31 dicembre 2021).

Ebbene, all’interno dell’avviso di selezione dell’Aou Ospedali Riuniti di Foggia, nella scheda di valutazione dei titoli posseduti dal candidato, l’area delle attività formative e di studio prevedeva un punteggio di 1,50 per altra laurea ulteriore a quella richiesta dal profilo professionale di appartenenza. Nulla di particolare, se non fosse che riportava anche: Diploma di laurea specialistica/magistrale, nel profilo professionale oggetto della selezione: punti 1,00. Dunque, stando a quanto scritto, aver conseguito anche una laurea in lettere classiche o moderne – per fare un esempio – avrebbe fornito un punteggio maggiore a chi aveva “solo” conseguito la laurea magistrale in scienze infermieristiche ed ostetriche (o a chi, come nel caso della professionista sanitaria, avesse il titolo di coordinatore infermieristico, ex caposala).

Ma non è tutto, poiché anche l’avviso di selezione interna, per soli titoli, nell’ambito di incarichi di organizzazione complessa (Ioc) per il ruolo sanitario, amministrativo e tecnico riservato al personale dipendente a tempo indeterminato del Policlinico Riuniti appartenente all’area del comparto sanità – deliberazione n. 396 del 31 dicembre 2021 – riportava la medesima incongruenza. Pure qui, nella scheda di valutazione dei titoli, l’area delle attività formative e di studio prevedeva infatti un punteggio di 1,50 per altra laurea ulteriore a quella richiesta dal profilo professionale di appartenenza. E, a seguire: Diploma di laurea specialistica/magistrale, nel profilo professionale oggetto della selezione: punti 1,00.

Così, a maggior ragione, la professionista sanitaria che ci ha contattato si domandava: Se la laurea magistrale rappresenta un elemento di valorizzazione ai fini dell’affidamento degli incarichi di più elevata complessità, in che modo le viene attribuito un punteggio minore rispetto a lauree meno verticali, come ad esempio quella di giurisprudenza?. Ancora, esprimeva il suo rammarico nel momento in cui una laurea magistrale o specialistica viene considerata di meno rispetto a un’altra, invece, non attinente. Da qui la necessità, da parte nostra, di fare chiarezza sull’accaduto contattando l’Aou Ospedali Riuniti di Foggia. E la risposta dell’ufficio stampa non si è fatta attendere: Si comunica che trattasi di un semplice errore di trascrizione che si sta provvedendo a rettificare. Con buona pace di tutti.

Ritorna al sommario del dossier Pubblico Impiego

Commento (0)