Nurse24.it

Normativa

Licenziamento lampo per i furbetti del cartellino

di Redazione

Pubblico Impiego

    Successivo

Il Consiglio dei ministri ha approvato in via preliminare i decreti legislativi della pubblica amministrazione sul taglio delle partecipate e sui licenziamenti veloci per i furbetti del cartellino.

Furbetti da oggi licenziati in un mese

La norma prevede che nel giro di 30 giorni, in presenza di abusi gravi e provati, i dipendenti pubblici infedeli possano essere licenziati. Come si vede nell'Infografica dell'agenzia Dire, chi striscia il badge e se ne va verrà sospeso dopo 48 ore e licenziato nel giro di un mese.

Si tratta dei cosiddetti decreti “Madia bis” e vanno a correggere i provvedimenti già in vigore, dopo la sentenza della Corte Costituzionale sulla riforma della pubblica amministrazione. Il decreto sulla dirigenza invece è stato rinviato, visto che il ministro Madia ha chiesto che fosse presente anche la collega Lorenzin, oggi assente in Consiglio dei ministri.

I furbetti licenziati in un lampo

Per quanto riguarda i furbetti del cartellino, la norma prevede la sospensione in 48 ore e il licenziamento entro un mese per chi viene colto sul fatto. Ma anche il dirigente, che fa orecchie da mercante, rischia il licenziamento.

Infografica legge madia

1 - Furbetti del cartellino 2 - Stop weekend lungo 3 - Governace 4 - Governace
Chi striscia il badge e se ne va verrà sospeso dopo 48 ore e licenziato nel giro di un mese È affidata ai contratti la formula per colpire chi marina spesso il lunedì e il venerdì Il 31 luglio viene fissato come termine per l'adeguamento in tema di governance societaria Entro il 30 giugno gli enti pubblici presenteranno un piano con le partecipare da eliminare

Ritorna al sommario del dossier Pubblico Impiego

Corsi ecm fad, residenziali per sanitari

Commento (0)