Nurse24.it

pensioni

Si allunga la lista di chi andrà in pensione prima

di Redazione

Pubblico Impiego

    Successivo

Ancora un incontro tecnico ieri tra governo e sindacati sulla questione dell’innalzamento dell’età pensionabile. Ora le categorie di lavoratori esclusi salgono a 15, ma per gli infermieri resta la clausola dei turni notturni.

Pensioni, tra gli esclusi i marittimi e gli stampatori. Ma per gli infermieri resta il turno notturno

infermieri

Infermieri tra le categorie di coloro che possono andare in pensione prima

Tra le new entry ci sono i marittimi e gli stampatori a caldo, ma anche i siderurgici e gli operai agricoli. Il governo sta pensando a far entrare nella lista delle categorie dei lavoratori per cui non scatterebbe l’innalzamento dell’età pensionabile anche il comparto sicurezza, con poliziotti, carabinieri, finanzieri, vigili del fuoco, vigili urbani e guardie giurate. Ma rimane la clausola dei turni notturni per infermieri e ostetriche.

L’adeguamento della pensione alla speranza di vita è di cinque mesi. Per cui dal 2019 si andrà in pensione a 67 anni. Per quindici categorie di lavoratori invece l’età della pensione dovrebbe rimanere ferma a 66 anni e sette mesi, come adesso. Bloccando di fatto lo scatto degli ulteriori cinque mesi.

Qui le categorie escluse dall’adeguamento della pensione alla speranza di vita.

Comunque la trattativa continua. Prossimo incontro con i sindacati previsto per domani.

Ritorna al sommario del dossier Pubblico Impiego

Corsi ecm fad, residenziali per sanitari

Commento (0)