Nurse24.it
scopri i master dell'Università Telematica Pegaso in convenzione con Nurse24

Legge di Bilancio

Nursing Up: indennità infermieristica prima conquista

di Redazione

Pubblico Impiego

    Successivo

Dal Ministro Speranza finalmente arriva la risposta alle nostre accorate richieste. Il Governo stanzia in finanziaria 335 milioni per l'indennità che abbiamo richiesto. Così Antonio De Palma, presidente Nazionale del Sindacato Nursing Up, sulla presentazione della bozza della legge di bilancio 2021, e aggiunge: ci riserviamo nelle prossime ore, vigili come sempre, di verificare il quantum reale destinato agli infermieri, che certamente riteniamo sbilanciato rispetto ai circa 500 milioni previsti per i medici.

De Palma, Nursing Up: Forse siamo davvero di fronte ad una svolta

L'articolo 66 della legge di bilancio ci riconosce oggi una indennità di specificità infermieristica con decorrenza dal 1° gennaio 2021. È l’indennità che si legge al punto n. 2 delle richieste del Nursing Up, come la volevamo noi - afferma in una nota Antonio De Palma, presidente Nursing Up - con l’obiettivo di riconoscere e valorizzare il ruolo strategico degli infermieri dipendenti dalle aziende e dagli enti del Servizio sanitario nazionale, reso ancor più evidente durante la pandemia da Covid-19.

La norma prevede, nell’ambito della contrattazione collettiva nazionale del triennio 2019-2021 relativa al comparto sanità, il riconoscimento di una indennità di specificità infermieristica, quale parte del trattamento economico fondamentale - continua De Palma - Dispone, altresì, che le misure e la disciplina dell’indennità sono definite in sede di contrattazione collettiva nazionale.

Forse siamo davvero di fronte ad una svolta e l’emergenza che stiamo vivendo, i recenti nuovi decessi dei colleghi, i continui contagi dei professionisti della sanità, richiedevano che questa fosse la dead line per agire. Resta comunque il nodo importi economici, sul quale De Palma assicura: ci riserviamo nelle prossime ore di verificare il quantum reale destinato agli infermieri, che certamente riteniamo sbilanciato rispetto ai circa 500 milioni previsti per i medici.

Ritorna al sommario del dossier Pubblico Impiego

Commento (0)