Nurse24.it

coronavirus

Raccolta campioni biologici per diagnosi di laboratorio

di Redazione

Procedure

    Precedente Successivo

Nella prima riunione della task-force del Ministero sull'allarme nuovo coronavirus (2019-nCoV) è stato verificato che le strutture sanitarie competenti sono adeguatamente allertate a fronteggiare la situazione in strettissimo contatto con l’Organizzazione Mondiale della Sanità e il Centro Europeo per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie. Contestualmente è stata diramata ad istituzioni, enti e organizzazioni professionali interessati, una circolare predisposta dalla Direzione generale della prevenzione contenente indicazioni operative.

Nuovo coronavirus, dal Ministero procedure di raccolta e invio campioni

I casi sospetti di nCoV - si legge nella circolare con le indicazioni operative diramata dal Ministero della Salute - vanno visitati in un’area separata dagli altri pazienti e ospedalizzati in isolamento in un reparto di malattie infettive, possibilmente in una stanza singola, facendo loro indossare una mascherina chirurgica, se riescono a tollerarla. Il numero di operatori sanitari, di familiari e di visitatori ad un caso sospetto deve essere ridotto e deve essere registrato.

Diagnostica di laboratorio

La diagnosi molecolare - specifica la circolare ministeriale - può essere effettuata dai laboratori dei principali ospedali e/o individuati dalle Regioni su campioni clinici respiratori secondo i protocolli specifici di Real Time PCR per 2019-nCoV e in corso di validazione presso i laboratori internazionali di riferimento.

Si raccomanda inoltre l’invio di campioni clinici, per la conferma di diagnosi e segnalazione all’OMS, al Laboratorio Nazionale di Riferimento dell’ISS, previo accordo e secondo le seguenti modalità.

Ritorna al sommario del dossier Procedure

Corsi ecm fad, residenziali per sanitari

Commento (0)