Nurse24.it

Wound Care

Studio mondiale su lesioni da pressione, appello alle TI

di Redazione

Emergenza Intraospedaliera

    Precedente Successivo

Uno studio mondiale sulle lesioni da pressione. E Aniarti collaborerà nel reclutamento delle terapie intensive a cui è indirizzato. Si chiama “DecubICUs, lesioni da pressione in terapia intensiva” e mira a stabilire l’epidemiologia, i fattori di rischio e le caratteristiche delle lesioni da pressione in pazienti adulti ricoverati in terapia intensiva.

DecubICUs, uno studio mondiale sulle lesioni da pressione

decubicus

Lo studio DecubICUs

Lo studio prevede un giorno di rilevazione e 84 giorni di follow-up. La data è il 15 maggio 2018. Aniarti collabora nel trials group per quanto riguarda il reclutamento delle terapie intensive. Tanto che sul sito di Aniarti è possibile trovare tutte le indicazioni sulle modalità di partecipazione.

Obiettivi dello studio DecubICUs

L’obiettivo principale dello studio è di ottenere dati globali e aggiornati sulla prevalenza e le caratteristiche delle ulcere da pressione nei pazienti ricoverati in terapia intensiva.

Metodo di rilevazione

La raccolta dati si svolgerà in tutti i centri il 15 maggio 2018. È previsto un follow-up per la sopravvivenza a 84 giorni (7 agosto 2018) oppure all’ultimo giorno di degenza in ospedale se dimesso prima della data di fine follow-up. Lo studio è puramente osservazionale e non è previsto nessun intervento specifico. Al fine di raccogliere un campione di pazienti rappresentativo, si intende arruolare circa 1200 terapie intensive in tutti i continenti e nel maggior numero di paesi possibile. In Italia il reclutamento è affidato ad Aniarti.

Criteri di inclusione

Tutti i pazienti adulti (>18 anni) ricoverati in Terapia Intensiva

Criteri di esclusione

Non ci sono criteri di esclusione specifici. I pazienti in condizioni tali da non permettere l’identificazione delle ulcere in uno o più siti corporei in sicurezza, non dovranno essere sottoposti alla valutazione per le rispettive zone per cui si ritiene vi sia un rischio. Se si è al corrente che il paziente ha un’ulcera da pressione in quel sito corporeo che non può essere ispezionato in sicurezza, la stadiazione dell’ulcera dovrà essere fatta sulla base delle condizioni già conosciute.

Dati richiesti

I dati da registrare includeranno le caratteristiche demografiche dei pazienti, dati sulla gravità delle comorbidità e sull’attuale condizione acuta, sulle insufficienze d’organo, sulle ulcere da pressione, sui fattori di rischio per le ulcere, sulle misure attuate per la prevenzione delle ulcere. La raccolta dati avverrà in forma anonima. I dati verranno conservati e gestiti in accordo con le direttive Ue sulla protezione dei dati 95/46/EC.

Ritorna al sommario del dossier Emergenza Intraospedaliera

Corsi ecm fad, residenziali per sanitari

Commento (0)