Nurse24.it

Emergenza-Urgenza

Medical Emergency Team, cos'è e che funzioni ha il MET

di Chiara Vannini

Intraospedaliera

    Precedente Successivo

Il Medical Emergency Team (MET) è un team di professionisti che, previa attivazione telefonica, interviene in tutti i luoghi di un presidio ospedaliero in cui vi sia un’urgenza, che riguardi pazienti ricoverati, utenti di passaggio o altri operatori. Il MET deve assicurare un servizio presente tutti i giorni e per tutto l’arco delle 24 ore.

Cos’è il MET e da chi è composto

Ogni presidio ospedaliero ha come obbligo quello di garantire un’assistenza medico-infermieristica tempestiva ed efficace in caso di emergenze che coinvolgano le persone ricoverate o tutti coloro (degenti o utenti) che si trovino in situazioni di emergenza–urgenza nelle varie U.O. e nei locali dell’ospedale, compresi il bar, la cucina, la portineria, ecc.

La letteratura stima che circa il 30% degli arresti cardiaci totali avviene negli ambienti ospedalieri, sia per la presenza di degenti con un quadro clinico compromesso, sia per l’elevato numero di persone che ogni giorno vi trascorrono parte del loro tempo.

Una gestione corretta e tempestiva dell’emergenza risulta essere quindi essenziale per assicurare la più alta possibilità di sopravvivenza di degenti e utenti, garantendo anche una miglior qualità di vita successiva.

Al fine di garantire un intervento immediato negli ospedali è di norma presente un MET, Medical Emergency Team, ovvero un team di professionisti che, previa attivazione telefonica, interviene nei luoghi in cui vi sia un’urgenza.

Con la sigla MET si identifica, a livello internazionale, il Medical Emergency Team, ovvero un’équipe di professionisti composta da medico rianimatore e uno o più infermieri - che di norma fa capo all’U.O. di Anestesia e Terapia Intensiva - ed ha il compito di garantire un’assistenza tempestiva e di alto livello alle persone ricoverate e che si trovano in condizioni critiche o in immediato pericolo di vita, o a tutti coloro, degenti, famigliari o utenti che si trovano in condizioni critiche, di emergenza–urgenza, nei locali dell’ospedale. Il team deve assicurare un servizio presente tutti i giorni e per tutto l’arco delle 24 ore.

Obiettivi del MET

Gli obiettivi del MET sono quelli di:

  • Evitare ritardi nell'intervento delle emergenze intraospedaliere
  • Erogare elevati livelli assistenziali ai degenti nelle varie U.O. o che transitano nei locali dell’ospedale
  • Accompagnare la persona ospite o il degente nel percorso di stabilizzazione, ricovero e/o dimissione.

Il Medical Emergency Team (MET) va attivato immediatamente nel momento in cui il paziente presenta alterazioni di parametri vitali predefiniti, come in caso di improvvisa perdita di conoscenza o di prolungate e ripetute convulsioni, alterazione importante del circolo o della ventilazione.

Gli infermieri di reparto, il medico o gli altri operatori presenti nei vari servizi inviano la chiamata di attivazione al MET al numero interno dedicato, forniscono le adeguate informazioni riguardanti la sede dell’urgenza e raccontano brevemente ciò che è accaduto.

Il MET parte immediatamente dalla Terapia Intensiva raggiungendo nel minor tempo possibile il luogo dell’evento.

Medical Emergency Team, fase dell’intervento

I membri del Medical Emergency Team hanno ruoli che vengono definiti prima dell’intervento, al fine di migliorare le prestazioni, evitare di sovrapporsi e ottenere il miglior risultato nel minor tempo possibile.

In linea generale, i ruoli e compiti sono così suddivisi:

Anestesista – rianimatore
(team leader)
Infermiere di Rianimazione Infermiere di reparto
Gestione delle vie aeree - Supporto nella gestione delle vie aeree
- Defibrillazione
- Massaggio cardiaco
- Preparazione e somministrazione farmaci

Intervento MET al di fuori dell’unità operativa

Qualora il luogo di intervento sia diverso dall’U.O., il MET si troverà quasi sicuramente ad operare da solo.

Il MET interviene sul luogo dell’evento con uno zaino contenente materiale per reperire un accesso venoso periferico, per fleboclisi, per l’intubazione oro-tracheale, per il monitoraggio dei parametri vitali. Inoltre trasporta farmaci per l’emergenza e farmaci stupefacenti.

Al termine dell’intervento il team concorda la destinazione migliore per il paziente e viene compilata la scheda dell’intervento effettuato.

Responsabilità dell’infermiere di unità operativa

In attesa del MET, gli infermieri del reparto devono provvedere a:

  • Fare sicurezza: allontanare i visitatori dalla scena, preparare i dispositivi di protezione individuale
  • Predisporre il materiale: preparare il carrello delle emergenze, il DAE, una fonte di ossigeno e l’aspiratore
  • Assistere il paziente insieme al medico di reparto, in particolare iniziare le manovre di BLSD in caso di ACC, la ventilazione con pallone auto-espansibile (AMBU) e monitorare le funzioni vitali
  • Controllare che gli accessi venosi siano funzionanti o, eventualmente reperire un nuovo accesso venoso.

Ritorna al sommario del dossier Emergenza Urgenza

NurseReporter
Corsi ecm fad, residenziali per sanitari

Commento (0)