Nurse24.it

Emergenza-Urgenza

Autista soccorritore, il disegno di legge presentato in Senato

di Giacomo Sebastiano Canova

Extraospedaliera

    Precedente Successivo

Da tempo è presente un acceso dibattito tra gli operatori del soccorso preospedaliero per vedere riconosciuta ufficialmente la figura dell’autista soccorritore, ad oggi non normata uniformemente a livello nazionale. Tuttavia, in Senato è presente il Disegno di Legge 1127, denominato “Riconoscimento della figura e del profilo professionale di autista soccorritore” che, una volta convertito in legge, sancirà il riconoscimento di questa importante figura.

Riconoscimento figura e profilo professionale di autista soccorritore

La necessità del riconoscimento ufficiale della figura dell’autista soccorritore deriva dal fatto che, nonostante questa figura sia di fatto presente all’interno dell’organizzazione dei servizi di emergenza e avendo ormai acquisito una coscienza di categoria che lo porta ad avanzare una specifica domanda di regolamentazione dei suoi compiti, attività e formazione, nulla è stato fatto negli anni per un suo riconoscimento normativo.

Appariva dunque necessario definire il profilo professionale dell’autista soccorritore, regolamentandone le condizioni di accesso e le modalità di formazione, il ruolo e i reciproci rapporti all’interno dei vari ambiti organizzativi nei quali si colloca tale figura, che nell’esercizio delle sue funzioni interagisce con medici e infermieri, a rotazione 24 ore su 24 per 365 giorni l’anno, assicurando l’assistenza sanitaria su tutto il territorio nazionale.

Il disegno di legge presentato in Senato intende dunque riconoscere e definire la figura professionale dell’autista soccorritore definendone le finalità, le attività da svolgere e i contesti operativi entro i quali operare nonché disciplinare le modalità di accesso alla formazione.

Ciò in quanto è doveroso garantire a tutti i cittadini un adeguato soccorso, al passo con i tempi come già accade in altri Stati europei, individuando la figura professionale del soccorritore e colmando così una lacuna che crea disuguaglianza tra le varie regioni.

Ritorna al sommario del dossier Emergenza Urgenza

Corsi ecm fad, residenziali per sanitari

Commento (0)