Nurse24.it

Emergenza-Urgenza

Pacing transcutaneo esterno, terapia elettrica in emergenza

di Sara Pieri

Extraospedaliera

    Precedente Successivo

Il pacing transcutaneo esterno è una procedura temporanea che serve per gestire determinate tipologie di ritmi cardiaci trattate nella maggior parte dei casi in situazioni di emergenza-urgenza. Questo implica che una volta superata la fase critica iniziale, può diventare necessario l’impianto di un Pace-Maker vero e proprio, qualora il problema del paziente fosse duraturo e non responsivo ad altro trattamento.

Cos'è il Pacing

Florence Nightingale

Il cuore è l’organo principale dell’apparato cardio-circolatorio, funziona come una pompa che distribuisce il sangue nei vari distretti corporei e la sua efficienza dipende dalla contrazione della componente muscolare, la quale è resa possibile dalla presenza di un sistema di conduzione che produce impulsi ben definiti; infatti ha un meccanismo che viene definito pace-maker naturale.

In condizioni normali gli impulsi hanno origine dal Nodo Senoatriale andando verso il Nodo Atrioventricolare, fino a scorrere lungo il setto interventricolare dividendosi in Branca Destra e Sinistra, concludendo poi il ciclo fino alle Fibre del Purkinje.

Tutto ciò si traduce in un’onda elettrica che possiamo documentare eseguendo un elettrocardiogramma e che ha delle peculiarità precise per far sì che grazie alla lettura del tracciato elettrocardiografico si possa avere un’idea di come il cuore “lavora”.

Quando un paziente si presenta con una condizione patologica in cui il suo pace-maker naturale non è efficace (eccessivamente lento, inaffidabile, non responsivo a trattamento farmacologico), si esegue quello che viene definito ​Pacing​.

In questo articolo tratteremo il Pacing Transcutaneo esterno, nonché una soluzione utilizzata in emergenza-urgenza, temporanea, per poter controllare bradicardie importanti.

Il Pacing Transcutaneo può essere eseguito già dal personale del 118 sul territorio qualora fosse necessario e indicato, poiché per poterlo eseguire basta avere a disposizione un monitor defibrillatore e delle piastre adesive.

Ritorna al sommario del dossier Emergenza Urgenza

Infermiere
Corsi ecm fad, residenziali per sanitari

Commento (0)